BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPILLO/ Il "modello McDonald's" per consegnare l'Italia agli speculatori

LaPresseLaPresse

Del resto, basta pensarci un attimo. Se l’obiettivo della riforma costituzionale fosse la cancellazione di quello che viene chiamato il “bicameralismo perfetto”, perché mai ridurre i senatori e non cancellare completamente il Senato? La mia risposta è semplice: tra le risorse degli enti locali vi sono pure le risorse umane. Avere 100 senatori che in realtà sono consiglieri regionali o sindaci vuol dire sottrarre risorse preziose agli enti locali, per giunta senza sborsare un euro. In altre parole, Regioni e comuni pagheranno per intero lo stipendio a consiglieri regionali e sindaci per avere prestazioni dimezzate.

Con la riforma costituzionale che è stata approvata dal governo a colpi di fiducia e che dovremo confermare (o respingere) con il nostro voto, si tratta di attuare (o respingere) quello che io chiamo il “modello McDonald’s”: paghi di meno il panino (forse!), però la fila alla cucina la fai tu e alla fine sei tu cliente che sparecchi e butti l’immondizia. Vogliamo davvero che l’Italia si fondi su questo modello? Questo dovremo in fondo decidere con il referendum costituzionale. E decideremo se la guida dei nostri beni comuni dev’essere in mano a politici nostrani (con tutti i loro difetti) o in mano alla finanza speculativa.

© Riproduzione Riservata.