BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Renzi-Ue, l'intesa che può ammazzare la crescita

Pubblicazione:mercoledì 17 agosto 2016

Matteo Renzi (LaPresse) Matteo Renzi (LaPresse)

La diminuzione delle tasse andrebbe fatta non in modo propagandistico come è stato fatto finora. Ad esempio, ridurre il cuneo fiscale contributivo serve poco, in quanto a noi serve tagliarlo in relazione alla produttività che è scesa invece che aumentare. Bisogna quindi fare delle riduzioni fiscali che abbiano effetti sulla crescita. Tagliare l'Ires non modifica minimamente la convenienza a investire o produrre in Italia. Non accresce la nostra produttività, quindi ha un effetto a mio parere nullo. Meglio sarebbe ridurre l'Irap.

 

Lei prima ha accennato alla necessitò di ridurre il debito pubblico. Su questo terreno il Governo vuole intervenire con le privatizzazioni. Cosa ne pensa?

In generale, le privatizzazioni dovrebbero essere fatte non per fare cassa, ma per mettere sul mercato delle imprese che possano diventare competitive e procurarsi sul mercato gli investimenti. Non è comunque vendendo Enav o una quota di Poste Italiane che si risolve il problema del debito pubblico. Se volessimo dare una scossa, allora dovremmo fare una manovra di privatizzazione di qualche punto di Pil, ma se nel frattempo il deficit non diminuisse in realtà noi andremmo a vendere delle imprese pubbliche per finanziare il deficit di bilancio da usare per la spesa corrente: una cosa pazzesca.

 

(Lorenzo Torrisi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.