BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a -2,76%, Bper a -12,36% (oggi, 2 agosto 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lapresse  Lapresse

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude la giornata con un -2,76% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente A2A (+0,16%), Campari (+4,65%) e Ferrari (+2,52%). Tra i ribassi ce ne sono anche a doppia cifra: è il caso di Bper (-12,36%), Mps (-16,1%), Bpm (-10,29%) e Banco Popolare (-10,12%). Pesanti anche i cali di Mediobanca (-8,22%), Ubi Banca (-7,07%), Unicredit (-7,15%) e Unipol (-9,06%). Fuori dal listino principale Digital Bros guadagna il 2,43%, Saras cede il 9,48%, Stefanel l’8,81%, Anima l’8,35% e Creval l’8,43%. Il cambio euro/dollaro risale sopra quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 125 punti base. 

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 16:00) Giornata molto complessa per le principali Borse Europee ed in particolare Piazza Affari che sta pagando le tensioni presenti sui comparti bancari italiani e di tutto il Vecchio Continente. In questo momento l’indice FTSE Mib si attesta a quota 16178 facendo segnare una perdita rispetto alla chiusura di ieri del 2,27%. Vero e proprio crollo del titolo dei Monte dei Paschi di Siena (-11,81%) e della Banca Popolare dell’Emilia Romagna (-8,55%). Male anche il Banco Popolare (-7,11%), Mediobanca (-6,35%) e Unicredit (-6,34%). Unici titoli in territorio positivo Campari (+5,73%) e Italcementi (+0,09%). Il cambio tra Euro e Dollaro sale a 1,12 come il prezzo del petrolio (Brent) pari a 43 dollari al barile e quell’oro giunto a 1363,35. In calo lo spread tra i titoli di stato decennali italiani (BTP) ed i bundes tedeschi ora pari a 124,7 punti base per un rendimento del 1,23%.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 13:55) Piazza Affari peggiora, scendendo a -1,9%. Sul listino principale resta in rialzo solamente Campari (+0,8%), mentre troviamo invariata Italcementi. Tra i ribassi colpiscono quelli di Bper (-9,5%) e Mps (-9,3%). Male anche Banco Popolare (-6,7%), Mediobanca (-5%), Ubi Banca (-5,2%), Unicredit (-5,2%) e Unipol (-5,7%). Fuori dal listino principale Enervit guadagna il 7,9%, Banco di Desio e Brianza sale dell’1,6%, mentre Saras cede il 9,7%, Creval il 6,8%, Anima il 6,5% e Stefanel il 7,1%. Il cambio euro/dollaro torna sotto quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta sopra i 125 punti base. 

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 9:35) Piazza Affari cede l’1,5% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente A2A (+0,2%), Mediaset (+0,7%), Recordati (+0,6%) e Snam (+0,1%). I ribassi più ampi sono fatti registrare da Banco Popolare (-4,1%), Bpm (-3,3%), Mps (-5,6%), Tenaris (-3,6%), Saipem (-5,4%), Ubi Banca (-4,7%) e Unicredit (-5%). Male anche Fca (-2,8%) e Unipol (-2,8%). Fuori dal listino principale Dada guadagna l’1,6%, mentre Saras cede il 7,1%, Stefanel il 6,4% e Anima il 4,1%. Il cambio euro/dollaro sale sopra quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si avvicina ai 127 punti base. 

BORSA ITALIANA OGGI: PIAZZA AFFARI CERCA IL RIMBALZO Dopo la brutta giornata di ieri, Piazza Affari cerca subito oggi il rimbalzo. L’agenda macroeconomica offrirà dati provenienti dagli Usa nel pomeriggio, in particolare il reddito, le spese e i consumi personali. La Borsa italiana attenderà poi i dati trimestrali, tra gli altri, di Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, Campari e Ferrari. Come detto ieri per Piazza Affari è stata una brutta giornata, terminata con un -1,73% e caratterizzata dal calo dei titoli bancari, con Unicredit che è risultata la peggiore azione della giornata all'interno del paniere principale, e che dopo essere stata sospesa più volte per eccesso di ribasso, ha chiuso sotto 2 euro, con un ribasso del 9,4%. Dopo l’avvio di giornata estremamente positivo, Monte dei Paschi di Siena ha chiuso a quota 31 centesimi, con un rialzo si circa mezzo punto percentuale. La banca senese è risultata la peggiore del comparto bancario italiano all'interno degli stress test europei, ma ha goduto del beneplacito relativamente al suo piano di salvataggio. Il differenziale tra Bund e Btp resta sotto i 130 punti base.



© Riproduzione Riservata.