BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Notizie Mps/ In Borsa chiude a -1,92%. Unicredit valuta anche aggregazione tra Fineco e Banca Generali

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in Borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

Lapresse Lapresse

Piazza Affari chiude la seduta a -1,07% e Mps termina la giornata con un -1,92% che tiene il titolo sotto i 24 centesimi. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, Unicredit potrebbe anche valutare un'aggregazione tra Fineco e Banca Generali. Resta sul tavolo poi la cessione di Pekao all'assicurazione polacca Pzu e la cessione di Pioneer. Piazza Affari è ancora in rosso e Mps passa in negativo, perdendo il 2,4% e tornando sotto i 24 centesimi ad azione. Oggi si riunirà il cda di Bper e secondo Milano Finanza, che riporta una fonte vicina alla banca, verrà data un'informativa sul processo di vendita delle 4 good bank italiane, anche se non è attesa alcuna decisione a breve del cda stessa. Il quotidiano finanziario ricorda infatti che Bper sarebbe interessata a Banca Marche e Banca Etruria.  Piazza Affari resta in rosso e Mps guadagna lo 0,3%, restando sopra i 24 centesimi ad azione. Secondo Repubblica, gli advisor di Montepaschi (Jp Morgan, Mediobanca, Credit Suisse, Deutsche Bank, Bofa Merril Lynch e Santander) dovrebbe incassare circa 600 milioni di euro di commissioni per i 5 miliardi di aumento di capitale e il prestito ponte da 6 miliardi di euro. Se poi il prestito dovesse avere una durata di 2-3 anni, l'importo complessivo delle commissioni potrebbe anche raddoppiare. Sembra poi che alle banche spetterà una commissione anche se l'operazione di aumento di capitale non dovesse andare in porto. Piazza Affari si muove in rosso, ma Mps guadagna lo 0,1%, restando sopra i 24 centesimi ad azione. Secondo quanto riporta La Stampa, il ministero dell’Economia e delle Finanze, ora primo azionista di Montepaschi con poco più del 4% del capitale, starebbe pensando di chiedere di avere un consigliere nel cda della banca toscana, magari già entro la fine dell’anno. Per la nomina circola il nome di Antonino Turicchi, direttore generale per Finanza e Privatizzazioni del Tesoro.

© Riproduzione Riservata.