BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA E POLITICA/ Sapelli: così la Germania prepara il "colpo di grazia"

Angela Merkel (Lapresse) Angela Merkel (Lapresse)

"(Occorre) ritornare a Maastricht. Ma funziona solo se in ultima istanza è possibile affrontare e superare l'insolvenza di uno stato senza che questo porti al crollo del sistema finanziario: per questo abbiamo bisogno di una più robusta separazione fra banche e stati e procedere ordinatamente in caso di problemi finanziari degli stati". Qui c'è da mettersi a tremare ancora di più. Innanzitutto per la sfrontatezza: separare le banche dagli stati vuol dire far fuori il 30% del sistema bancario tedesco che è di proprietà locale o di fondazioni o di lander. Quindi si annuncia forse una controriforma tipo quella italiana sulle banche popolari? Può darsi, ma si dovrebbe ammettere, come non si è fatto in Italia, una forte carenza di vigilanza.

Ma qui evidentemente parliamo di un'altra cosa. Ossia della volontà di poter assistere al crollo di uno Stato (lo Stato che il grande teorico Otto Hintze definiva "un popolo unito da una comunità di destino") purché si tenga fede all'ortodossia ordoliberista. Gli stati crollano per default trascinando con sé le società e quindi le persone, ma questo al giovane ordoliberista teutonico non interessa affatto: ciò che conta è la stabilità del sistema finanziario. Già abbiamo vista questa stabilità nel caso delle banche francesi e tedesche: con l'europea sottrazione della sovranità monetaria abbiamo inflitto indicibili sofferenze al popolo greco, ma è una storia che trent'anni prima avevamo già visto in azione in Sud America e da quegli eventi non abbiamo mai  imparato nulla. 

Prepariamoci al peggio: lo scorpione sta affilando il pungiglione tanto omicida quanto suicida. Manca solo la musica del mio amatissimo Wagner, il quale già tutto aveva previsto.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/08/2016 - Mandiamo a casa Renzi selfie (Carlo Cerofolini)

E mentre la tempesta perfetta made in Germany si prepara a devastare l’Italia, senza considerare l’invasione immigratoria (musulmana) che ci sta sommergendo e il pericolo terrorismo (islamico) e via disperando, Renzi che fa? È tutto impegnato a farsi - per sei giorni – selfie olimpici in Brasile. Ma si può? Mandiamolo a casa con un NO forte e chiaro al referendum sulla pericolosa schiforma costituzionale, prima che sia troppo tardi!

 
05/08/2016 - Weidmann (delfini paolo)

Ecco in mano a quali personaggi sta in mano l'Europa !