BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ Tagli e Air Berlin, l'alternativa a un nuovo fallimento

Lapresse Lapresse

C'è inoltre un altro grave problema all'orizzonte per Alitalia: l'arrivo delle compagnie low cost intercontinentali. La prima è Norwegian, che ha già una forte presenza nel Nord Europa, ma ha annunciato l'apertura delle basi di Barcelona e Roma. Ma la stessa Pegasus, tramite il suo Ceo, ha confermato al sottoscritto all'Aviation Festival di Londra che non è chiusa all'opzione low cost intercontinentale.

Alitalia si trova all'ennesimo bivio: tagliare i costi per ripartire e rilanciare sul lungo raggio o morire sotto il peso della concorrenza sempre più forte. Poche sono le opzioni. Sopravvivere nel mondo aereo non è facile.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/09/2016 - ANCORA TAGLI ? (Guido Gazzoli)

E' abbastanza strano che il senso dell'economia dell'estensore propenda ancora per una ricetta che ha fallito totalmente dal 2008 . Parlare ancora di tagli in una Compagnia che ne ha operati , solo dal punto di vista umano , ben 14000 nell'arco di 8 anni sa più di sadismo che di economia . E tifare a più non posso per una Comapagnia aerea Irlandese che nell'arco della sua esistenza del nsotro Paese si è sempre fatta un baffo delle leggi nostrano e si è nutrita abbondantemente di contributi statali di vario genere ( condannatissimi per la vecchia Alitalia ma benedetti in questo caso ) , vettore che oltretutto con i suoi dipendenti ha fatto scuola nell'abolizione dei diritti , fa pensare che il mondo augurato sia uno pieno di gente a spasso , di lavoratori pagati una miseria e sfruttati all'inverosimile da questo caporalato dei cieli osannato come modello da imitare . E difatti anche in altri campi viene copiato nella consacrazione di una economia lowcost che alla fine sta producendo intere generazioni di giovani che emigrano all'estero perchè lì c'è speranza di costruirsi una vita . Qui no..solo di volare a 20 Euro...il sogno di una vita per molti , no ?