BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA DORIA / Crollo in Borsa per il colosso delle conserve alimentari: -10,6%, riviste previsioni prossimo triennio (oggi, 20 settembre 2016)

La Doria, crollo in borsa a Piaza Affari -10,6%: ultime notizie e novità del titolo per il colosso delle conserve alimentari, dei pomodori e dei succhi di frutta. Crollo, calo stime su conti

Foto: LaPresse Foto: LaPresse

LA DORIA, CROLLO IN BORSA E -10,6%: COLOSSO CONSERVE ALIMENTARI IN CRISI? (ULTIME NOTIZIE OGGI, 20 SETTEMBRE 2016) - Crollo in borsa questa mattina per La Doria e peggior listino a Piazza Affari: non un periodo dunque esaltante per il colosso delle conserve alimentari, dei pomodori pelati, dei sughi e dei succhi di frutta, dopo le revisioni e la bocciatura di analisti e conti interni all’azienda. Partiamo dalla fine, con la pressione di questa mattina a Piazza Affari che vede La Doria perdere il -10,6% a 9,4 euro dopo i conti pubblicati ieri sera e la sostanziale bocciatura degli analisti. Ma non solo, secondo Milano Finanza, pesano anche i minori volumi di vendita, i prezzi in calo e il crollo della sterlina - il mercato britannico è uno degli obiettivi storici del marchio italiano - avrebbero contribuito al crollo de La Doria in borsa italiana. Ecco i dati dell’ultimo semestre pubblicati resi noti ieri sera: «capitalizza 330 milioni di euro, ha chiuso il semestre con ricavi consolidati in calo a 334,6 milioni di euro (378,7 milioni al 30 giugno 2015), un ebitda di 26,8 milioni (33,8 milioni) e un ebitda margin sceso all'8% dal precedente 8,9%. L'utile netto invece ha toccato quota 14,6 milioni di euro (15,9 milioni al 30 giugno 2015)». Il gruppo spiega così il calo con una nota specifica dettata alla stampa, «il calo è causato da uno scenario di riferimento meno favorevole in confronto con quello dell'anno precedente e caratterizzato dalla contrazione dei prezzi di vendita e dalla forte pressione competitiva». Il risultato è che ora le stime per il prossimo triennio sono state riviste ovviamente al ribasso e resta ancora misterioso lo scenario economico per i prossimi mesi per La Doria, specie se «permane la deflazione sui prezzi di vendita, dell'incremento del costo di alcune materie prime e degli effetti della Brexit», chiosa la nota de La Doria.

© Riproduzione Riservata.