BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

FINANZA/ I dubbi ancora irrisolti sui derivati del Tesoro

Mario Draghi (LaPresse)Mario Draghi (LaPresse)

E allora perché non chiedere direttamente al direttore generale del Tesoro all’epoca dei contratti derivati incriminati? In fin dei conti anche Draghi è stato successivamente assunto da una grande banca internazionale, Goldman Sachs. Forse, l’attuale incarico di Presidente della Banca centrale europea lo tiene immune dall’attenzione della Corte dei Conti, o forse il suo chiarimento potrebbe essere troppo dirompente e gettare una luce diversa sulla complessiva gestione del debito pubblico italiano che, per i soli derivati chiusi, negli ultimi tre anni ci è costato 25 miliardi in più.

© Riproduzione Riservata.