BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA E POLITICA/ Tre ragioni (dei mercati) per non fidarsi dell'Italia

LapresseLapresse

È anche in questa chiave che vanno interpretate le preoccupazioni delle banche centrali, a partire dalla Bce. Non solo il Bollettino economico dell'istituto ribadisce che "il Consiglio direttivo ricorrerà a tutti gli strumenti disponibili nell'ambito del proprio mandato" mentre i comitati tecnici si riuniranno per "valutare le opzioni possibili allo scopo di assicurare l'ordinata attuazione del programma di acquisto di attività dell'Eurosistema". Accanto a queste attività che fanno parte dell'attività tipica dell'istituto prende corpo un'attività di monitoraggio delle riforme mancate o troppo spesso rinviate che riguardano la politica dei vari Paesi. In vista di una "moral suasion" che non potrà certo assolvere la strategia italiana della flessibilità, per cui gli investimenti si fanno solo con nuovo debito.

Non è buona politica predicare il pessimismo e così drammatizzare situazioni difficili ma governabili. Ma un richiamo al realismo non può far male. Le banche centrali hanno appena riconfermato la politica dei tassi bassi che ha garantito un'estate tranquilla ai mercati finanziari. "Ma quello che è tranquillo non è necessariamente solido", ammonisce Alessandro Fugnoli. "La borsa di New York - scrive - è sostenuta, più che dagli utili, dal Qe europeo e giapponese. Molti grandi gestori che prevedono tempi cupi (tra i negativi ci sono grandi maestri come Soros, Gundlach, Tudor Jones e Paul Singer) aspettano forse le elezioni e il rialzo dei tassi di dicembre prima di attaccare. Anche i fondamentali sono più fragili di quello che sembra. La riaccelerazione americana non è così forte, la Cina e l'Europa appaiono in crescita regolare, ma le fragilità strutturali sono sempre lì. I grandi problemi globali dell'eccesso di debito e della produttività a crescita zero non si sono allontanati di un millimetro. Anche il quadro geopolitico ribolle sotto una superficie che appare solo increspata". 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/09/2016 - Mercati (delfini paolo)

E ci sono anche mille ragioni per cui tanti Italiani ed Europei non si fidano più dei"mercati"! E come dar loro torto?