BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +0,72%, Tenaris a +9,35% (oggi, 29 settembre 2016)

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull'andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

Lapresse Lapresse

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude con un +0,72%. Sul listino principale i cali più ampi sono quelli di Mps (-2,69%), Luxottica (-2,49%), Mediobanca (-1,88%), Stm (-3,39%), Ubi Banca (-2,78%) e Unipol (-2,4%). I rialzi più consistenti sono invece quelli di A2A (+2,19%), Eni (+4,62%), Cnh Industrial (+1,68%), Saipem (+5%) e Tenaris (+9,35%). Fuori dal listino principale Mondadori chiude a +6,81%, Chl a +4,57%, Safe Bag a -7,46%. Il cambio euro/dollaro si attesta sotto quota 1,125, mentre lo spread tra Btp e Bund si trova appena sotto i 134 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 15:00) Piazza Affari guadagna l’1,1% e sul listino principale troviamo in rosso Azimut (-0,1%), Banca Mediolanum (-0,1%), Banco Popolare (-0,6%), Bpm (-0,6%), Mps (-0,6%), Buzzi (-0,1%), Fineco (-0,6%), Italcementi (-0,1%), Luxottica (-2,4%), Mediaset (-0,1%), Moncler (-0,4%), Poste Italiane (-0,2%), Stm (-1,7%), Ubi Banca (-2%), Unicredit (-0,3%), UnipolSai (-0,2%), Yoox (-2,1%) e Unipol (-1,3%). I rialzi più consistenti sono quelli di A2A (+2,5%), Cnh Industrial (+1,9%), Eni (+4,1%), Fca (+1,8%), Saipem (+6,6%) e Tenaris (+8,4%). Fuori dal listino principale Leone Film guadagna l’8,6%, Chl il 4,6% e Mondadori il 3,9%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 133 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 11:55) Piazza Affari guadagna l’1,2% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Aziumt (-0,3%), Banca Mediolanum (-0,1%), Banco Popolare (-1,3%), Bpm (-0,8%), Mps (-0,4%), Fineco (-0,7%), Italcementi (-0,1%), Leonardo (-0,4%), Luxottica (-1,5%), Poste Italiane (-0,2%), Stm (-0,9%), Ubi Banca (-2,4%), Unicredit (-0,6%), UnipolSai (-0,1%), Yoox (-1,4%) e Unipol (-1,3%). I rialzi più consistenti sono quelli di A2A (+2,4%), Cnh Industrial (+1,8%), Eni (+4%), Saipem (+6,5%) e Tenaris (+8,4%). Fuori dal listino principale Biancamano guadagna l’8,5%, Chl il 5,5%, Leone Film il 4,3%, mentre Enertronica cede il 13,1%. Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 132 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 9:35) Piazza Affari guadagna l’1,6% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Buzzi (-0,3%), Luxottica (-0,1%), Stm (-0,1%), Ubi Banca (-0,5%) e Unipol (-0,3%). Dopo l’accordo raggiunto al vertice Opec per il taglio della produzione di petrolio, i rialzi più consistenti sono quelli di A2A (+2,8%), Cnh Industrial (+2,2%), Eni (+4,1%), Saipem (+6,3%) e Tenaris (+7,1%). Fuori dal listino principale Biancamano guadagna l’8,5%, Trevi il 6,1%, mentre Enertronica cede l’8,9%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 132 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI: PIAZZA AFFARI CERCA UN ALTRO RIALZO. Piazza Affari cercherà oggi un altro rialzo dopo quello di ieri. In mattinata sono previste le analisi delle stime dell’Indice dei Prezzi di produzione spagnolo, e soprattutto della disoccupazione tedesca. Si passerà poi in territorio inglese con la valutazione dei mutui ipotecari, dato importante per determinare la forza del comparto edile in Inghilterra. In mattinata arriveranno anche i dati provenienti dall’eurozona relativa alla fiducia dei consumatori europei. Si passerà poi in terra americana con l’analisi del Pil a stelle e strisce riferito su base trimestrale: interesse anche per i sussidi disoccupazione Usa che in questa settimana sono previsti in aumento di almeno 10.000 unità.

Come detto, ieri è stata una giornata positiva per Piazza Affari, che ha guadagnato lo 0,54% portandosi a quota 16.222 punti. Tra le azioni, spiccano i rialzi dei bancari, in particolare di Unicredit (+1,57%) e della Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+2,23%).

Il differenziale tra Bund tedeschi e Btp italiani ha fatto segnare un leggero calo: alla fine della giornata il valore registrato è di 132,8 punti base. 

© Riproduzione Riservata.