BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +0,37%, Telecom Italia a +4,48% (23 novembre 2017)

Borsa italiana news. Piazza Affari oggi non avrà come riferimento Wall Street chiusa per la Festa del ringraziamento. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

LapresseLapresse

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in rialzo dello 0,37% e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,32%), Atlantia (-0,15%), Azimut (-1,53%), Banca Generali (-0,64%), Buzzi (-0,13%), Eni (-0,36%), Fca (-0,67%), Fineco (-0,68%), Generali (-0,07%), Leonardo (-0,75%), Mediobanca (-0,05%), Prysmian (-0,64%), Saipem (-0,79%), Snam (-0,56%), Terna (-0,1%) e Yoox (-1,38%). I rialzi più significativi sono quelli di Banco Bpm (+0,82%), Brembo (+1,01%), Enel (+1,51%), Ferragamo (+1,24%), Italgas (+0,78%), Luxottica (+1,33%), Mediaset (+0,85%), Moncler (+1,2%), Stm (+0,83%), Telecom Italia (+4,48%), Ubi Banca (+1,11%) e Unicredit (+0,72%). Fuori dal listino principale Aedes chiude con un +7,81%, mentre Sogefi cede il 5,36%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,185, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 143 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:40

La Borsa italiana guadagna lo 0,2% e sul listino principale troviamo in rosso Atlantia (-0,2%), Azimut (-1,7%), Banca Generali (-0,5%), Cnh Industrial (-0,4%), Eni (-0,4%), Exor (-0,3%), Fca (-0,7%), Fineco (-0,9%), Generali (-0,2%), Leonardo (-0,1%), Mediobanca (-0,4%), Prysmian (-0,2%), Recordati (-0,1%), Saipem (-0,8%), Snam (-0,1%), Tenaris (-0,2%), Terna (-0,2%), UnipolSai (-0,1%) e Yoox (-1,9%). I rialzi più significativi sono quelli di Brembo (+0,7%), Enel (+1%), Ferragamo (+0,9%), Italgas (+0,9%), Luxottica (+1,1%), Mediaset (+0,8%), Moncler (+1,1%), Stm (+1,2%), Telecom Italia (+5,3%) e Ubi Banca (+0,9%). Fuori dal listino principale Aedes sale dell’8,6%, mentre Sogefi cede il 5,7%. Il cambio euro/dollaro sfiora quota 1,185, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 143 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:10

La Borsa italiana guadagna lo 0,4% e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,1%), Atlantia (-0,1%), Azimut (-0,2%), Buzzi (-0,1%), Cnh Industrial (-0,1%), Eni (-0,1%), Ferrari (-0,3%), Saipem (-0,3%), Snam (-0,1%), Terna (-0,3%) e Yoox (-0,6%). I rialzi più significativi sono quelli di Banco Bpm (+0,8%), Bper (+0,8%), Enel (+0,8%), Ferragamo (+0,9%), Leonardo (+1,2%), Mediaset (+0,7%), Moncler (+0,7%), Stm (+1,1%), Telecom Italia (+1,9%), Ubi Banca (+0,7%) e Unicredit (+0,7%). Fuori dal listino principale Softec sale del 7,8%, mentre AS Roma cede il 4,4%. Il cambio euro/dollaro si avvicina a quota 1,185, mentre lo spread tra Btp e Bund sale sopra i 141 punti base.

PIAZZA AFFARI SENZA IL FARO DI WALL STREET

La giornata macroeconomica oggi ha inizio alle 8:00 con il Pil del terzo trimestre tedesco. Le attese sono per un incremento dello 0,8%, in linea con il dato precedente. Alle 9:00 l'indice PMI manifatturiero francese per il mese di novembre: le attese sono per un dato pari a 55,9 punti, in lieve calo rispetto alla precedente rilevazione. Alle 9:30 l'indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero in Germania per il mese di novembre: le attese sono per un dato pari a 60,4 punti, in lieve calo al trimestre precedente. Alle 10:00 l'indice PMI manifatturiero per il mese di novembre dell'Eurozona: le attese sono per un dato pari a 58,3 punti. Sempre alla stessa ora, sempre per quanto concerne l'Eurozona, l'indice composito dei servizi per il mese di novembre si dovrebbe attestare a 56 punti, in linea con la precedente rilevazione. Alle 10:30, la prima lettura preliminare del Pil inglese relativo al terzo trimestre: il consensus prevede una crescita dello 0,4%. Alle 13:30 sono previste le minute della Bce in merito all'ultima riunione svolta: queste saranno lette con molta attenzione dagli analisti. Lo stesso Mario Draghi ha infatti ammesso che la decisione sull'estensione del Qe non è stata presa all'unanimità e così si potrà comprendere chi effettivamente fosse in disaccordo. Ricordiamo che oggi Wall Street è chiusa per il Giorno del Ringraziamento.

Ieri Piazza Affari ha chiuso con un ribasso dello 0,05% a quota 22.315 punti. Bene Leonardo, che è riuscita a rimbalzare per la seconda seduta consecutiva, facendo segnare un progresso del 2,75%. Buona progressione anche per Telecom Italia che ha messo a segno un rialzo dell'1,32%. Sessione mista per i titoli bancari: Banco Bpm ha lasciato sul terreno lo 0,74% mentre Bper è arretrata dello 0,58%. A guidare i rialzi del settore, invece, è stata Intesa Sanpaolo che ha mostrato un progresso dell'1,59% mentre Unicredit e Mediobanca sono salite anche loro poco più di un punto percentuale. Bene anche Ubi Banca che ha mostrato un progresso dello 0,53%. Brutta giornata per Italgas che ha ceduto il 2,64%. In rosso anche Stm che ha perso il 2,62%. Male anche Fca che ha ceduto l'1,9%. Ottima progressione, invece, per Astaldi che è riuscito a guadagnare più di dodici punti percentuali. Lo spread fra Btp e Bund è rimasto molto vicino ai minimi di periodo a 141 punti base. Il rendimento del Btp decennale è stato pari all'1,76%.

© Riproduzione Riservata.