BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NEXIVE/ Le novità per ricevere "in fretta" gli acquisti via internet

Pubblicazione:

Lapresse  Lapresse

La rivoluzione digitale ha ridato linfa e anzi cambiato profondamente il contenuto di uno dei mestieri più antichi del mondo, quello di chi consegna la corrispondenza. Non più "corriere", non solo "fattorino": un professionista del recapito che svolge un lavoro ricco di sfumature relazionali e di contenuti digitali, che rendono tutto il processo culminante nella consegna un'esperienza positiva per i cliente. Chi consegna i pacchi, in particolare - chiamiamolo come si vuole: corriere, fattorino, o quel che sia - è figlio legittimo di Internet, perché è grazie al boom dell'e-commerce che il traffico dei pacchi è esploso in tutti i Paesi più avanzati dopo decenni in cui era rimasto stazionario. Andando a compensare, per le società di recapito, la simmetrica, forte riduzione della consegna di lettere cartacee, soppiantate da quelle digitali, le mail.

C'è dunque un modo nuovo, indispensabile per stare sul mercato, con il quale le aziende specializzate devono interpretare questo rinnovato mestiere, il mestiere di chi consegna pacchi, per stare al passo con i tempi, e Nexive - una delle più grandi multinazionali del recapito, attiva anche in Italia dal 1998 - ha deciso, da ormai oltre tre anni, di cambiare marcia. La consegna su appuntamento, il secondo tentativo di consegna concordato, l'sms per avvertire il destinatario dell'arrivo del "recapitista" sono le tre innovazioni che Nexive ha lanciato per offrire un oggettivo valore aggiunto ai suoi clienti, che deve contendere (e lo fa con crescente successo) non solo ai concorrenti privati, ma anche e soprattutto al colosso nazionale Poste Italiane.

"Abbiamo cercato un approccio innovativo", dice Benedetto Mangiante, direttore marketing di Nexive, "e riteniamo di averlo trovato al punto che oggi offriamo alcuni servizi unici che ci stanno dando molte soddisfazioni". Il punto è che Nexive non vuole porsi come un semplice, e classico, corriere espresso: vuole dare di più. "E lo facciamo creando servizi che siano, sì, veloci, ma non solo", sottolinea Mangiante: "Il cliente vuole ricevere presto il pacco che aspetta, ma vuole anche azzerare i disguidi, le mancate consegne e i ritiri forzati che costellano invece la consueta esperienza del recapito dei pacchi".

Già, perché chi utilizza l'e-commerce e riesce a ridurre drasticamente i tempi di scelta e acquisto del prodotto che gli interessa, non accetta poi tempi biblici di consegna e incertezze di recapito. "Chi compra su Internet sa precisamente quando e dove vuole ricevere il suo pacco. E noi gli diamo un servizio che gli permette di interagire con Nexive proprio rispetto a questi suoi due obiettivi". Così nasce dunque la consegna su appuntamento, il secondo tentativo di recapito concordato, e l'sms che avverte il destinatario dell'arrivo del suo incaricato, col pacco. "È un sistema completo imperniato sulla possibilità di avere un recapito flessibile", chiosa Mangiante.


  PAG. SUCC. >