BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +0,22%, Fca a +2,41% (14 settembre 2017)

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull'andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

LapresseLapresse

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in rialzo dello 0,22% e sul listino principale troviamo in rosso Azimut (-0,28%), Banca Mediolanum (-0,34%), Bper (-2,04%), Buzzi (-0,93%), Campari (-0,97%), Enel (-0,39%), Ferragamo (-1,01%), Generali (-0,9%), Italgas (-1,11%), Leonardo (-0,47%), Mediaset (-0,41%), Moncler (-1%), Poste Italiane (-0,24%), Snam (-1,59%), Telecom Italia (-0,9%), Unipol (-0,36%) e UnipolSai (-1,88%). I rialzi più significativi sono quelli di A2A (+1,21%), Atlantia (+0,55%), Brembo (+1,03%), Eni (+0,59%), Exor (+0,66%), Fca (+2,41%), Intesa Sanpaolo (+0,83%), Mediobanca (+0,57%), Saipem (+0,59%), Stm (+2,1%), Tenaris (+2,44%) e Yoox (+1,18%). Fuori dal listino principale Visibilia chiude con un +26,92%, mentre Alfio Bardolla cede l’11,59%. Il cambio euro/dollaro si avvicina a quota 1,185, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 171 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 16:00

La Borsa italiana guadagna lo 0,2% e sul listino principale troviamo in rialzo A2A (+0,9%), Atlantia (+1,4%), Banco Bpm (+0,1%), Banca Generali (+0,2%), Brembo (+0,7%), Eni (+0,9%), Exor (+0,3%), Fca (+1,7%), Ferrari (+0,5%), Intesa Sanpaolo (+0,9%), Mediobanca (+0,3%), Prysmian (+0,1%), Saipem (+0,4%), Stm (+1,2%), Tenaris (+1,1%), Terna (+0,3%), Ubi Banca (+0,3%) e Yoox (+1,1%). I ribassi più ampi sono quelli di Azimut (-0,6%), Bper (-1,2%), Buzzi (-1,1%), Enel (-0,7%),Ferragamo (0,8%), Generali (-1%), Italgas (-0,8%), Moncler (-1%), Snam (-1,1%), Unipol (-1,1%) e UnipolSai (-1,5%). Fuori dal listino principale Visibilia sale del 19,6%, mentre Grandi Viaggi cede il 10,8%. Il cambio euro/dollaro resta sotto quota 1,19, mentre lo spread tra Btp e Bund si avvicina ai 171 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:15

La Borsa italiana cede lo 0,2% e sul listino principale troviamo in rialzo Banca Mediolanum (+0,2%), Eni (+0,4%), Exor (+0,1%), Fca (+1,5%), Ferrari (+0,3%), Intesa Sanpaolo (+0,1%), Mediaset (+1,6%), Saipem (+0,1%), Telecom Italia (+0,4%), Terna (+0,1%) e Yoox (+1,3%). I ribassi più ampi sono quelli di Azimut (-0,5%), Banca Generali (-1,2%), Bper (-1,4%), Enel (-0,6%), Generali (-0,7%), Italgas (-0,7%), Leonardo (-0,6%), Moncler (-1,2%), Unicredit (-0,7%), Unipol (-1,1%) e UnipolSai (-1,1%). Fuori dal listino principale Visibilia sale del 12%, mentre Alfio Bardolla cede l’11,2%. Il cambio euro/dollaro si trova sotto quota 1,19, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 170 punti base.

PIAZZA AFFARI CERCA UN ALTRO RIALZO

Nella giornata di oggi saranno resi noti alcuni dati macroeconomici interessanti. Alle 13:00 si terrà una riunione della BoE che stabilirà la sua politica monetaria e renderà nota la decisione sui tassi di interesse. Gli economisti non si attendono sorprese: le attese sono per una conferma del costo del denaro allo 0,25%. Alle 14:30 dagli Usa l'indice dei principali prezzi dei principali beni di consumo nel mese di agosto, oltre che le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione della scorsa settimana. Nel tardo pomeriggio, inoltre, gli investitori si concentreranno sul discorso del Presidente della banca centrale tedesca. Ieri Piazza Affari ha chiuso invariata a 22.233 punti. Seduta un po' contrastata per i bancari: Banco Bpm ha messo a segno un rialzo dell'1,68%, guidando i rialzi. Bene anche Mediobanca e Ubi Banca che sono salite entrambe dello 0,6%. Ha chiuso, invece, praticamente invariata Unicredit, così come Bper.

Continua il buon momento di Buzzi Unicem che ha chiuso la seduta con un rialzo dell’1,37%. Male, invece, Mediaset che ha archiviato la seduta con una contrazione del 4,98% dopo che Macquarie ha abbassato il giudizio a 'underperform' tagliando il target price a 2,1 euro. Per la prima volta da oltre un anno, il titolo è sceso sotto la quota dei 3 euro. Brutta seduta anche per ePrice, che ha perso il 7,53%. Lo Spread fra Btp e Bund ha chiuso sopra i 170 punti base. Il rendimento del Btp decennale è stato pari al 2,09%.

© Riproduzione Riservata.