BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

MONTE DEI PASCHI DI SIENA/ Mps, in Borsa chiude sotto i 3,15 euro ad azione (oggi, 8 marzo)

Monte dei Paschi di Siena news. Mps in Borsa chiude sotto quota 3,15 euro ad azione. Prescrizione per Gianluca Baldassarri. Ultime notizie live di oggi 8 marzo 2018

LapresseLapresse

IN BORSA CHIUDE SOTTO I 3,15 EURO

Mps chiude la seduta in Borsa con un calo dell’1,4%, che porta il titolo sotto la soglia dei 3,15 euro. Dato che è stata esclusa l’aggravante della transazionalità dall’accusa di associazione a delinquere verso 12 imputati nell’ambito del processo sulla cosiddetta banda del 5%, il Tribunale di Siena ha deciso il non luogo a procedere, per avvenuta prescrizione, nei confronti di Gianluca Baldassarri, ex responsabile dell’area finanza di Montepaschi. Come spiega agenziaimpress.it, non è però decaduta “l’accusa di associazione a delinquere per le operazioni finanziarie oggetto del processo e condotte dagli imputati nel periodo dal 2008 al 2011”. Reuters precisa che “l’ex capo dell’area dei finanza di Rocca Salimbeni resta imputato per la vicenda Enigma, con lo stesso capo di imputazione di associazione a delinquere aggravata dalla transnazionalità. L’accusa riguarda le operazioni di investimento finanziario effettuate attraverso la società Enigma e ritenute dalla Procura in danno della banca”. La prossima  udienza è fissata per il 27 marzo.

DAL RIENTRO IN BORSA PERDITA DEL 25%

In Borsa Mps guadagna lo 0,4%, avvicinandosi alla soglia dei 3,2 euro ad azione. Pompeo Locatelli, in un articolo su Il Giornale, ricorda che lo Stato è intervenuto in soccorso di Montepaschi sborsando 5,4 miliardi di euro e che dal ritorno in Borsa, il titolo della Banca toscana ha perso il 25%. “Dunque, la situazione rimane ampiamente sopra il livello di guardia, nonostante il gravoso (per tutti noi!) atto di generosità della mano pubblica”. Dal suo punto di vista, “Mps non produce utili, il conto economico è imbarazzante. Le sue faraoniche filiali, ora più che mai inutili, non vengono chiuse o perlomeno ridotte. Fosse un'azienda come tutte le altre sarebbe doveroso trarre le più drastiche conseguenze. Ma le banche non lo sono. Sono ritenute strategiche per alimentare l'economia reale. Ma rispondono poco e male alla storica vocazione”. Dunque devono cambiare registro, “altrimenti lo sportello continuerà a piangere. Per noi!”.

LE PAROLE DI MARCO MORELLI

Marco Morelli, amministratore delegato di Mps, ha dato rassicurazioni sul fatto che non ci sono novità riguardo tagli al personale e agli sportelli della banca e quindi si va avanti con il piano tracciato. “Stiamo lavorando per fare in modo che la ripresa commerciale sia tale da poter raggiungere gli obiettivi del piano, prescindendo da quelle che sono state le condizioni poste in termini di chiusura di filiali e riduzione dei dipendenti”, ha aggiunto parlando al Congresso della Fabi, quindi dinanzi a una platea di sindacalisti. Chiaramente dopo il risultato delle elezioni gli è stato chiesto se il verdetto delle urne potrà influire sul futuro di Montepaschi. “Il cambio del ministro dell'Economia non modifica il nostro piano: è chiaro che poi ci sarà un nuovo interlocutore con il quale dialogheremo”, ha risposto, chiarendo in ogni caso che “il Monte si è rimesso a camminare ma ci vorrà tempo, sarà un percorso molto lento”. “Chi fa il mio mestiere oggi non si può preoccupare di chi va al Governo, di chi vince le elezioni e di chi viene eletto a Siena. In un anno e tre mesi a Siena non ho mai ricevuto una chiamata dalla politica”, ha aggiunto.

Nelle scorse settimane si è parlato anche di possibili aggregazioni per Mps, ma Morelli ha precisato che non c’è alcun dossier in merito e che la questione “non riguarda il management della banca, ma gli azionisti, nella misura in cui questo tipo di operazioni possano creare valore sotto tutti i punti di vista per i ricavi e la valorizzazione dei dipendenti”. Inoltre, ha anche ricordato che “il mandato di un amministratore delegato è a disposizione degli azionisti in qualunque momento”.

© Riproduzione Riservata.