BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA ITALIANA OGGI/ Milano news: chiusura a -2,32%, Saipem a +12,23% (16 maggio 2018)

Borsa italiana news. Piazza Affari oggi prova a tornare a quota 24.500 punti. Non mancano dati macroeconomici in agenda. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Borsa italiana oggi, LapresseBorsa italiana oggi, Lapresse

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in calo del 2,32% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Ferragamo (+0,61%), Luxottica (+0,08%), Moncler (+0,88%), Saipem (+12,23%) e Tenaris (+1,84%). Buzzi, invece, chiude in parità. I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-3,02%), Atlantia (-3,25%), Banco Bpm (-5,37%), Banca Generali (-2,76%), Bper (-2,93%), Enel (-3,72%), Fineco (-5,47%), Intesa Sanpaolo (-2,45%), Italgas (-2,65%), Mediaset (-5,28%), Mediobanca (-4%), Poste Italiane (-3,75%), Prysmian (-2,75%), Snam (-3,53%), Telecom Italia (-4,09%), Terna (-2,59%), Ubi Banca (-3,27%), Unicredit (-4,72%) e Unipol (-3,26%). Fuori dal listino principale Vittoria Assicurazioni chiude con un +19,73%, mentre Ggp cede il 10,77%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,18, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 150 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:55

La Borsa italiana cede il 2,1% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Buzzi (+0,6%), Ferragamo (+0,2%), Moncler (+0,3%), Saipem (+11,1%) e Tenaris (+2,3%). Ferrari e Stm, invece, si trovano in parità. I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-2,1%), Atlantia (-2,4%), Banco Bpm (-5,1%), Banca Generali (-2,1%), Bper (-2,5%), Enel (-2,6%), Fineco (-5,3%), Generali (-2,6%), Intesa Sanpaolo (-3%), Mediaset (-5,5%), Mediobanca (-3,8%), Poste Italiane (-3,9%), Snam (-2,7%), Telecom Italia (-4%), Terna (-2,6%), Ubi Banca (-3,2%), Unicredit (-4,4%) e Unipol (-2,4%). Fuori dal listino principale Vittoria Assicurazioni sale del 19,7%, mentre Ggp cede l’11,5%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,18, mentre lo spread tra Btp e Bund sfiora i 149 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:15

La Borsa italiana cede lo 0,5% e sul listino principale troviamo in rialzo Buzzi (+1%), Cnh Industrial (+0,1%), Fca (+0,1%), Ferragamo (+0,2%), Ferrari (+0,3%), Leonardo (+0,1%), Saipem (+7,5%) e Tenaris (+1,3%). I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-0,9%), Banco Bpm (-1,6%), Bper (-1%), Enel (-0,9%), Exor (-0,6%), Fineco (-1,1%), Generali (-0,8%), Intesa Sanpaolo (-0,9%), Mediobanca (-1,1%), Pirelli (-1%), Prysmian (-1,1%), Snam (-0,9%), Telecom Italia (-0,9%), Ubi Banca (-1%), Unicredit (-1%) e Unipol (-0,7%). Fuori dal listino principale Vittoria Assicurazioni sale del 19,5%, mentre Geox cede il 6,5%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,185, mentre lo spread tra Btp e Bund sfiora i 137 punti base.

PIAZZA AFFARI PROVA A TORNARE A 24.500 PUNTI

Giornata macroeconomica con pochi dati di rilievo quella di oggi. Alle 11:00 l'indice dei prezzi al consumo in Italia per il mese di aprile: le attese sono per un aumento dello 0,1%. Sempre alle 11:00 lo stesso parametro anche per tutta l'area Euro: le attese sono per una crescita dello 0,3% che a livello annuale significa un incremento dell'1,2%, ancora molto al dì sotto delle aspettative del target della Bce. Alle 14:30 i permessi di costruzione rilasciati negli Usa nel mese di aprile. Alle 15:15 la produzione industriale americana per il mese di aprile: le attese sono per un aumento dello 0,5%, in linea con il risultato precedente. Alle 16:30 il dato sulle scorte settimanali di petrolio Usa. Ieri Piazza Affari ha chiuso un rialzo dello 0,31% a quota 24.297 punti. Durante la sessione il Ftse Mib era arrivato a guadagnare anche oltre mezzo punto percentuale.

Misti i titoli bancari: Banca Mediolanum e Unipol sono stati fra i titoli peggiori della giornata. Il primo ha ceduto due punti percentuali mentre la seconda ha perso lo 0,73%. La migliore è stata Ubi Banca che è invece salita dell'1,31%. Timida salita per Unicredit che ha guadagnato lo 0,28% mentre meglio è andata Intesa Sanpaolo che è salita dello 0,9%. Male anche Ferrari e Fiat che hanno perso entrambe circa mezzo punto percentuale. Bene Enel, invece, che ha recuperato e guadagnato lo 0,6%. Pirelli ha fatto meglio di tutti salendo di oltre 4 punti percentuali. Lo spread fra Btp e Bund ha fatto segnare un lieve rialzo, attestandosi a 130,3 punti base, di nuovo sopra i 130 punti. In rialzo più marcato il rendimento del Btp decennale, pari all'1,95%.

© Riproduzione Riservata.