BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Fondo Elliot, dopo Milan e Telecom tocca al vetro/ Presentata offerta per acquisire la Sangalli di Manfredonia

Fondo Elliot, dopo Milan e Telecom tocca al vetro, presentata l’offerta per acquisire la Sangalli di Manfredonia. Il noto fondo americano sempre più presente sul nostro territorio

La Sangalli Vetro pronta ad essere acquisita da ElliotLa Sangalli Vetro pronta ad essere acquisita da Elliot

Il fondo americano Elliot è pronto a fare nuovi affari sul territorio italiano. Dopo la partecipazione in Telecom Italia, e il finanziamento dell’acquisto del Milan all’imprenditore cinese Yonghong Li (Elliot diverrebbe il proprietario dei rossoneri nel caso in cui non venisse restituito per intero il prestito), gli statunitensi sono pronti ad una sfida: acquistare la Sangalli Vetro. Lo stabilimento sorge in Puglia, precisamente nella zona di Manfredonia, in un’area re-industrializzata dai governi Prodi e D’Alema, e inaugurata da Silvio Berlusconi nel 2002. Il gruppo veneto del vetro è in fallimento, è oggi affidato a Nikolas Pressas, e in queste ore incontrerà in Regione Leo Caroli, numero uno del comitato Sepac, la cosiddetta task force per le crisi aziendali.

ELLIOT PRONTO A RILANCIARE LA SANGALLI

Come sottolineato dal Corriere della Sera, a rilanciare la Sangalli dovrebbe essere appunto Elliot, che scalzerà così i turchi di Sisecam, a cui era stata assegnata l’azienda dal curatore fallimentare (esclusiva fino al 18 di questo mese), prima che l’operazione venisse bocciata dai lavoratori dello stesso stabilimento. I dipendenti preferiscono infatti la proposta del fondo americano, con 17 milioni di euro di investimenti contro i 15.7 della “concorrenza”, e con 170 dipendenti tutelati con possibilità di arrivare a 240, mentre Sisecam si ferma a 60. Inoltre, sono previsti altri 30 milioni di euro per ristrutturare la fornace per il vetro. Elliot è convinto che rilanciando l’impianto di Manfredonia, si potrà colmare il mercato del vetro del sud, tenendo conto che nel mezzogiorno non esistono aziende di questo tipo.

© Riproduzione Riservata.