BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2009/ L’anno della creatività e dell'innovazione: il tema svolto da Mario Gargantini

Pubblicazione:

Riportare in primo piano il soggetto della domanda di innovazione è quindi importante per impostare e affrontare un dibattito a questo livello..

 

Un altro filone che un Anno dell’Innovazione può utilmente esplorare è la messa a fuoco delle condizioni che favoriscono e incrementano i processi innovativi. Normalmente l’accento è posto sulle conoscenze, sull’organizzazione e sulle risorse finanziarie. Sono elementi senz’altro fondamentali e decisivi. Tuttavia ci sono fattori che vengono prima e fanno sì che questi abbiano efficacia.

 

Anzitutto ci vuole un movente, un obiettivo ben delineato e condiviso. Senza una motivazione personale la creatività fatica a mettersi in moto; viceversa, gruppi molto motivati possono raggiungere traguardi impensabili.

 

Poi bisogna creare un contesto favorevole, un clima culturale che sia ricco di motivazioni e che valorizzi le espressioni di creatività e i frutti dell’innovazione.

 

Infine bisogna offrire ai giovani la possibilità di incontrare dei maestri, di vedere esperienze innovative in atto e di poter mettere la propria creatività al seguito di qualcuno che ha già fatto un tratto di strada: un po’ come accadeva nelle botteghe artigiane, ma accade anche in certi laboratori dell’high tech. Innovare non vuol dire cancellare ciò che è venuto prima e innovazione non è l’opposto di tradizione. Nella storia della tecnologia le figure dei grandi innovatori spiccano per la capacità di assumere fino in fondo tutta la ricchezza di una storia che li ha preceduti al punto da trasformarla. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.