BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Educazione

SCUOLA/ “Smentita” la sentenza del Tar sull’ora di religione

I nuovi criteri di valutazione pubblicati in Gazzetta Ufficiale lasciano ai professori di religione la partecipazione agli scrutini

Pubblicati ieri in Gazzetta Ufficiale i criteri di valutazione per gli studenti italiani, dove viene ignorata la sentenza del Tar del Lazio relativa all’insegnamento della religione nelle scuole.

In sostanza sono state confermate le principali novità in materia emerse durante l’anno e i professori di religione vengono equiparati a tutti gli altri insegnanti in sede di scrutinio al fine di attribuire il punteggio per il credito scolastico. Esattamente il contrario di quanto chiedeva la sentenza del Tar.

© Riproduzione Riservata.