BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Il nuovo anno scolastico e il caro libri. Gli aumenti e le news

Pubblicazione:

Nessuno sconto per chi va a scuola e non solo dentro le aule e davanti alle cattedre degli insegnanti, ma anche in libreria. L’ADOC (sindacato dei consumatori) ha infatti stimato che la spesa per i testi scolastici del primo anno di liceo dovrebbe attestarsi a 335 euro, circa il 14% in più rispetto al tetto precedentemente fissato. In più si aggiungono gli esborsi dei genitori per le ripetizioni dei figli che si ritrovano con materie da recuperare in vista degli esami di settembre. E anche qui si stima una spesa di 300 euro circa. "Questa spesa si è resa necessaria – dichiara l’associazione dei consumatori - dato l'alto numero di rimandati con debito. Se a luglio le scuole hanno garantito efficacemente il supporto didattico, lo stesso non si può dire di agosto. Rispetto allo scorso anno è un boom, le richiesta di aiuto sono aumentate del 60%".

 

Sempre l’ADOC, secondo le proprie previsioni, ritiene che il 50% delle scuole superiori supererà il tetto massimo di spesa stabilita. Per far fronte a questa situazione non certo positiva il presidente dell’ADOC Carlo Pileri propone il noleggio dei testi scolastici. “E’ una soluzione già adottata in altri Paesi europei –afferma Pileri – che offre al consumatore nuove opportunità di risparmio. Sarebbe importante che il nostro sistema recepisse tale iniziativa, perché crediamo possa portare ad un taglio di circa il 50% della spesa familiare destinata allo studio dei figli. Spesa che nell’ultimo anno è aumentata di circa il 12%”. Altra iniziativa interessante è quella dell’istituto tecnico “Ettore Majorana” di Brindisi: saranno i docenti a realizzare i libri di testo che poi verranno stampati in istituto per un risparmio di circa 200 euro rispetto al tetto fissato dal Ministero dell’Istruzione.

© Riproduzione Riservata.