BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Più sgravi fiscali per gli apprendisti, i ragazzi si aiutano così

Pubblicazione:

calzolaroR375_25gen2010.jpg

 

Quindi, da un lato, se la vita non ha lavoro uno conosce meno se stesso, smarrisce il senso del vivere, tende a smarrire il senso del perché vive, dall’altro occorre che la persona sia dotata di un bagaglio che gli permetta di poter stare stabilmente nel mondo del lavoro assecondandone le inevitabili e rapide mutazioni.

In tale contesto va affrontato il tema dell’emendamento Cazzola all’art. 48 del dlgs 10/09/ 2003, che prevede che l’obbligo di istruzione, di cui all’art. 1, comma 622, della legge 296 del 27/12/2006, e successive modificazioni, si assolve anche nei percorsi di apprendistato per l’espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione.

Anzitutto va analizzata la grande diversità presente nel paese. Al Sud infatti vi sono tassi di dispersione più alti, l’istituto dell’apprendistato è utilizzato molto poco ed è scarsamente presente il sistema della formazione iniziale. Al Nord, pur essendovi un ancora ridotto utilizzo dell’istituto e della formazione professionale per gli apprendisti, è iniziato come descritto un cammino di sperimentazioni interessanti.

In secondo luogo è del tutto evidente che soprattutto per le imprese più piccole vi è una grande difficoltà nel sostenere in modo totalmente autonomo percorsi di crescita delle conoscenze e delle competenze, tant’è che l’apprendistato è largamente utilizzato per i vantaggi (certamente giusti) connessi ai minori oneri per l’impresa.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >