BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIVERSITA’/ Perché i poveri paghino meno tasse, bisogna liberalizzarle

Pubblicazione:

ragazza_universitaR400.jpg

ALZARE LE TASSE PER PAGAR MENO TASSE - Piercamillo Falasca propone una ricetta per l rilancio dell’università italiana.

 

«Le rette universitarie sono molto inferiori al costo che lo Stato sopporta per erogare ad ogni studente l’istruzione universitaria»: così scrive Piercamillo Falasca in un articolo pubblicato da Chicago-blog.it, in cui espone la sua tesi circa il rilancio dell’università italiana. «Uno studente universitario costa allo Stato circa 7mila euro l’anno, mentre le rette raramente superano i 3mila euro l’anno», spiega. «con “prezzi” tanto più bassi del costo dell’istruzione – aggiunge - si riduce l’incentivo a studiare e pretendere una elevata qualità del servizio». Non solo: riportando la tesi di Roberto Perotti, sottolinea come «rette uguali per tutti, o poco differenziate, sono di fatto un modo per trasferire reddito dai poveri ai ricchi».


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
07/10/2010 - FANDONIE E MISTIFICAZIONI (alessandra fedeli)

ma quanto siamo diventati disinvolti quando si tratta di dare ricette miracolose! i grandi geni che fanno queste belle pensate magari si sono laureati con gli esami di gruppo negli anni 70, vero? per quanto mi riguarda di tasse all'università se ne pagano già a sufficienza. per favore piantatela di prenderci per i fondelli con la storia che se si aumentano le tasse i poveri potranno frequentare l'università: l'unico obiettivo di questo governo è quello di di non farceli arrivare proprio i poveri all'università! genitori (poveri)SVEGLIATEVI VI STANNO TIRANDO VIA LO STATO SOCIALE DA SOTTO IL NASO!!!!