BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIVERSITA’/ Meloni (Pd): le nostre proposte contro una riforma solo tagli e zero autonomia

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

 

 

Il ddl Gelmini mira a disciplinare ogni aspetto della vita degli atenei. Una selva inestricabile di norme e numeri, persino per consentire l’attivazione di un dipartimento. Altro che autonomia: il ddl sul punto probabilmente è incostituzionale, ed è contrario a ogni logica di sussidiarietà e all’evoluzione dei sistemi universitari, anche su scala europea. L’impostazione è da rovesciare: responsabilità, valutazione severa, autonomia. Il governo faccia partire immediatamente l’agenzia per la valutazione, inspiegabilmente bloccata da mesi. Occorre stabilire con chiarezza i metodi di ripartizione delle risorse, attualmente avvolti nella nebbia. Servono regole eque per la competizione tra atenei, per consentire agli studenti di scegliere dove studiare a prescindere dalle condizioni socio-economiche, per assicurare la coesione territoriale del paese. L’autonomia viene di conseguenza: si lasci agli atenei la massima libertà organizzativa possibile, indicando in legge pochi criteri guida.

 

Cosa si può fare realisticamente dal vostro punto di vista per cambiare l’università nel paese, compatibilmente con la scarsità di risorse pubbliche?

 

Il governo i 3 miliardi di euro per Alitalia li ha trovati. La spesa corrente per beni e servizi della Pa è aumentata di 12 miliardi in 2 anni. Mentre altrove si sperpera - si pensi all’enorme scandalo delle opere realizzate con procedure emergenziali - le università sono allo stremo. Siamo a maggio, e non si conoscono né l’ammontare delle risorse ordinarie, né i criteri della loro ripartizione. L’abbiamo denunciato nei giorni scorsi, e, come ha detto Anna Finocchiaro, se non avremo risposte non parteciperemo più ai lavori parlamentari sulla riforma.

 

Cosa intende fare il Partito democratico?

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’intervista

 

 

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >