BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Prova di matematica, le 10 "regole d’oro" per non sbagliare

Pubblicazione:

Enrico Fermi  Enrico Fermi

 

 

8. Commentate i passaggi.   È molto importante ricordarsi di dare indicazioni a parole su quanto si sta eseguendo dal punto di vista dei calcoli. Ciò permetterà al commissario che corregge la prova di dare una valutazione almeno parzialmente positiva ad una risposta errata dal punto di vista del risultato numerico.

 

9. Rifatela a casa.   Nel colloquio vi verrà chiesto di correggere gli errori che avete commesso nello svolgimento della prova. Non arrivate impreparati perché la capacità di auto correggersi è uno dei criteri di valutazione dell’orale. È importante perciò che non vi dimentichiate cosa avete scritto e che a casa riprendiate in mano il testo, che potrete facilmente recuperare dai giornali o da internet con anche la correzione, e rivediate quali sarebbero state le procedure corrette per svolgere la prova.

 

Chiaramente non tutti gli apprendisti falegnami diventeranno scultori del legno o mobilieri apprezzati, ma se siete in procinto di affrontare la seconda prova significa che i vostri insegnanti credono in voi e quindi la regola numero dieci è…

10. Ce la potete fare!   Il giorno della prova ricordatevi che comunque vi siate preparati l’unica cosa che potete fare è dare il meglio di voi, seguite il motto “se non ci provi hai già fallito!”.

Buon lavoro a tutti.

 

(Paola Raimondi, ITI “Breda” di Sesto San Giovanni, MI)

(Enrico Antonio Pinciaroli, IIS “Castiglioni” di Limbiate, MI)

 

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.