BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Prima prova: attenzione al tema storico e al tema generale, prima di sceglierli pensateci bene

Pubblicazione:

"Gli esami non finiscono mai..."  "Gli esami non finiscono mai..."

 

Dovete ricordare che di regola le citazioni nel saggio breve debbono essere letterali e messe tra virgolette, mentre nell’articolo è opportuno “mangiare”, come si dice in gergo, cioè rielaborarle e farle apparire come proprie. Cosa in cui, dovete riconoscerlo, non siete molto versati. Per il resto, stabilita una rudimentale scaletta, in entrambi i casi il vostro lavoro si limiterà a un taglia e incolla. Proprio come fate al computer, quando lo usate per qualche relazione o ricerca. Qui dovrete fare la fatica di copiare a mano. Cercate di usare una calligrafia chiara, che non stanchi chi deve correggere. Ciò vale per tutte le prove scritte, compresa la famigerata terza prova.

 

Le tipologie C e D prevedono temi tradizionali, ovvero con un capo, un corpo e una coda; sono da evitarsi accuratamente, a meno di essere molto ferrati in storia e in critica storica oppure di essere veramente documentati sull’argomento di attualità. Il rischio del tema storico è ridurlo al riassunto di un paragrafo del manuale, quello del tema di carattere generale è la banalità.

 

Attenzione alla punteggiatura, all’ortografia, alla leggibilità del testo, ai tempi verbali: non sono cose che si improvvisano il giorno dell’esame. Bisogna allenarsi un po’ prima.

 

Da ultimo, sorridete su qualche puntata ironica di questo pezzo. Non è diretta a voi, che dovete fare l’esame e che quindi giustamente cominciate a preoccuparvi; è diretta a chi ha inventato questa bella prima prova e per fortuna si è dovuto fermare: nella tipologia B avreste potuto aver da scegliere anche se scrivere una lettera, una relazione o una sceneggiatura. Perciò ritenetevi fortunati.

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.