BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Toto-traccia, le ultime ansie: in arrivo Pirandello, Madre Teresa e Wikipedia?

Pubblicazione:

scuola_maturit%C3%A0R375.jpg

MATURITA' 2010 - Conto alla rovescia per gli esami di maturità 2010. Si inizia martedì con la prima prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi scolastici. Ma quali sono le tracce che hanno le maggiori probabilità di uscire? Un giro sui siti Internet dedicati alla scuola, come tototema.blogspot.com, skuola.net e il salvagente.it consentono di farsi un’idea di quelle più gettonate.

 

Iniziamo dal saggio breve di letteratura e dall’analisi del testo. In questo caso i tre autori più probabili sono Pirandello, Quasimodo e Sanguineti. Le tracce degli ultimi 11 anni sono state infatti le seguenti: Ungaretti, I fiumi; Pirandello, L’umorismo, Umberto Saba, La ritirata in piazza Aldrovandi a Bologna; Pascoli, L’assiuolo; Pavese, La luna e i falò; Quasimodo, Uomo del mio tempo; Pirandello, Il piacere dell’onestà; Montale, Casa sul mare; Dante Alighieri, 17esimo canto del Paradiso; Ungaretti, L’isola; Alighieri, 16esimo canto del Paradiso; Saba, Il canto di un mattino; Eugenio Montale, Ripenso il tuo sorriso; Italo Svevo, Prefazione della Coscienza di Zeno.

 

Alcuni autori quindi ritornano in media ogni sette o otto anni, altri invece non sono mai considerati come Carducci, Leopardi (uscito per l’ultima volta nel lontano 1996-1997), Sanguineti, D’Annunzio, Moravia, Verga e Manzoni. Prendendo per valida la regola degli otto anni, tra gli autori di quest’anno potrebbe esserci Salvatore Quasimodo, uscito l’ultima volta proprio nel 2001-2002. Stesso discorso per Luigi Pirandello, che era già uscito nel 1998-1999 e nel 2002-2003. Premio Nobel nel 1934, il drammaturgo siciliano è morto nel 1936. E per l’analisi del testo le maggiori probabilità riguardano il romanzo «Il fu Mattia Pascal», «Uno, nessuno e centomila» e i racconti «Novelle per un anno», così chiamate perché l’intento di Pirandello era di scriverne 365, una per ogni giorno dell’anno, anche se poi di fatto ne uscirono soltanto 241. Tra queste L’uomo dal fiore in bocca, Il treno ha fischiato, La patente, Leonora addio.

 

Secondo tototema.blogspot.com ci sono grandi probabilità che esca anche Gabriele D’Annunzio, per il fatto che l’anno scorso è stato scelto un autore che non tornava da 12 anni, Italo Svevo, e che quindi anche quest’anno potrebbe essere la volta di uno dei grandi della letteratura italiana che non sono mai stati presi in considerazione nella storia recente della maturità. Tra quelli dell’800 ci sono Carducci, Manzoni, Verga e Leopardi. Quelli del ‘900 sono invece D’Annunzio, Moravia ed Edoardo Sanguineti. Ancora maggiori però le probabilità che esca proprio Sanguineti, morto esattamente un mese fa a 80 anni. E che quindi potrebbe essere preso in considerazione dai commissari. L’autore di Laborintus è stato un esponente di spicco delle avanguardie letterarie e ha militato nel Gruppo ’63, oltre a essere stato uno dei poeti inclusi nell’antologia I Novissimi.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA PRIMA PROVA DELLA MATURITA’ 2010 CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >