BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Traccia per traccia, tutti i temi più quotati per la prima prova scritta

Pubblicazione:

scuola_maturit%C3%A0R375.jpg

 

MATURITA' 2010 - Traccia per traccia, tutti i temi più probabili per la prima prova della maturità 2010. Come ogni anno gli studenti potranno scegliere tra un’analisi del testo, un tema libero o di ordine generale, un tema di ambito storico. E in attesa che la Snai quoti i titoli con le maggiori possibilità di uscire, su Internet si è già scatenata la caccia ai pronostici.

 

Chi si sbilancia di più, elencando dieci tracce legate ad avvenimenti, anniversari e fatti di cronaca, è il sito Internet maturita.scuolazoo.it. Al primo posto propone un titolo storico sul fatto che «nel 1990 Mikhail Gorbaciov riceve il Premio Nobel per la pace per aver portato a termine con successo la conclusione della Guerra fredda».

 

NIETZSCHE - Seconda traccia, «ricorre il 110° anniversario della morte di Friedrich Nietzsche», uno dei più grandi filosofi dell’età moderna: probabile quindi che al candidato sia chiesto di ripercorrerne il pensiero e le opere. Più legato all’attualità invece il «100° anniversario della nascita di Madre Teresa di Calcutta», la cui opera potrebbe essere messa in relazione alla crisi, alla povertà e al problema della pace nel mondo. Quarto tema, «la Terra continua a tremare e a portare morte e distruzione, prima l’Abruzzo ora Haiti. Come reagisce la popolazione colpita da queste catastrofi? Le Nazioni potenti fanno qualcosa per aiutare le popolazioni disastrate?».

 

I MILLE - Sempre per restare all’attualità, «sono ormai sempre più frequenti gli scontri tra le diverse etnie che popolano le stesse zone e gli stessi Paesi. Quali sono i motivi che scatenano questi scontri? Quali le possibili soluzioni? L’integrazione è un problema che si può risolvere?». Di carattere storico invece la sesta traccia: «Il 150° anniversario della spedizione dei Mille per unificare l’Italia. Quali erano i sentimenti che hanno spinto questi uomini a unificare un Paese fortemente diviso da tradizioni, lingua e talvolta cultura? Quanto è cambiata l’Italia da quel momento?».

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI EDUCAZIONE

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO



  PAG. SUCC. >