BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010 / Seconda prova di economia aziendale, i consigli per non «fallire» all’esame di Stato

Pubblicazione:

maturita_banchiR375_10giu08.jpg

 

LA PARTE TEORICA (1 ORA) - Infine la parte teorica, cui va dedicata in media un’ora. Questa parte della seconda prova di economia aziendale è quella che di solito mette più in difficoltà gli studenti, perché per rispondere non basta avere studiato ma occorre anche un po’ di ragionamento e di cultura generale, in quanto spesso è una domanda multidisciplinare. «Il consiglio – spiega la professoressa Calderoni – è di concentrarsi, leggere bene la traccia e cercare di capire che cosa c’entra con quello che ho studiato nell’ultimo anno». Spesso può riguardare anche altre materie, e non necessariamente economia aziendale, attenti quindi ad attingere a tutte le vostre conoscenze e a non ragionare in modo settoriale. Per esempio può essere la globalizzazione, la contabilità generale o qualcosa che è stato affrontato in scienza delle finanze.

 

Durante la seconda prova di economia aziendale è inoltre possibile portarsi la calcolatrice, ma non ovviamente il cellulare, e soprattutto il Codice civile, con allegato il «Testo unico sulle imposte dirette» relativo alla normativa tributaria. Il Codice civile è uno strumento utilissimo, in quanto gli articoli 2.424 e 2.425 elencano tutte le parti del bilancio, e quindi può essere utilizzato per ricopiarle, per poi ovviamente «riempirle» con i valori esatti.

 

(Pietro Vernizzi)

 

Leggi MATURITA' 2010/ Traccia C (svolgimento): il giorno del ricordo per le vittime delle Foibe

 

Leggi anche MATURITA’ 2010 PRIMA PROVA/ Tutte le tracce, materiale utile per svolgimento e soluzioni, da Primo Levi agli Ufo alla musica

 

Leggi anche MATURITA' 2010/ Traccia D (svolgimento): Aristotele e la musica, tra filosofia, educazione e società



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.