BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAMI DI STATO 2010 SOLUZIONI ELETTROTECNICA/ Seconda prova di elettrotecnica Istituto tecnico industriale. La soluzione al problema

Pubblicazione:

scuola_maturit%C3%A0R375.jpg

Esami di Stato 2010, soluzioni seconda prova elettrotecnica – maturità Istituto Tecnico industriale – Indirizzo elettronica e automazione – Ecco, di seguito, le soluzioni al problema della seconda prova, elettrotecnica, per gli studenti dell’ Istituto Tecnico industriale – Indirizzo elettronica e automazione. Si è trattato, con ogni probabilità, della prova più temuta per gli studenti dell’Itis. Anche loro, come tutti gli altri studenti italiani, si sono dovuti cimentare per quattro ore cercando di non farsi sopraffare da ansia e vuoti di memori. Di seguito, le soluzioni al test di elettrotecnica, che sarebbero tornate molto utili agli studenti dell’Itis mentre stavano sostenendo la prova.

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO CON LA SOLUZIONE LA PROBLEMA DI ELETTROTECNICA

 



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
23/06/2010 - precisazioni (Massimo Marvulli)

Per lo scorrimento al 13%: intendevo dire che assumerebbe quel valore se si impiegasse l'autotrasformatore, oltre che per l'avviamento, anche per ridurre la velocità del 10%.

 
23/06/2010 - osservazioni (Massimo Marvulli)

La soluzione dell'avviamento a tensione ridotta l'avevo scartata per tre motivi: 1) va bene per avviamenti a vuoto e non a carico, come è nel ns caso; 2) comporta uno scorrimento inaccettabile (~13%); 3) visto che dobbiamo dimensionare un variatore di frequenza x la regolazione di velocità, tanto vale usarlo anche per l'avviamento. Inoltre, in aggiunta al rifasamento proposto nell'articolo, ho aggiunto un'ulteriore batteria di condens. a inizio linea, visto che essa assorbe ben 31 kVAR prima del rifasamento locale del mat e cmq ancora 24.5 dopo il rifas del mat. Per il resto mi ritrovo su tutto.