BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Il colloquio orale? Ecco i segreti per essere all’altezza

Pubblicazione:

studenti_studianoR375.jpg

 

Vengono poi le brevissime interrogazioni sulle materie che non sono state oggetto della terza prova. Potrebbero prendere lo spunto dalla vostra tesina, ma non necessariamente. Perciò ripassate il programma e soprattutto portate i libri. Nulla è più imbarazzante che trovarsi di fronte a un candidato che non ha l’occorrente per leggere un testo da commentare; anche se il solerte commissario ve lo procurerà, gli rimarrà di voi una impressione di svogliatezza. Rispondete alla domanda il più direttamente possibile, senza aggirarla. Se vi si chiede di leggere un breve passo, ad esempio di Dante, fatelo con calma e con chiarezza, in modo che si capisca che non lo leggete per la prima volta.

 

L’ultima parte del colloquio riguarda la correzione degli elaborati scritti. Fate attenzione alle correzioni, proponete la soluzione giusta dove avete sbagliato (avrete avuto tutto il tempo per documentarvi), evitate di polemizzare con i commissari. Ne sanno in genere più di voi e hanno il coltello dalla parte del manico.

 

A questo punto avete finito. Manca solo l’indicazione dei vostri prossimi studi o di altri progetti. Ora non resta che salutare, ringraziare (eh sì, occorre dirle queste cose, perché raramente succedono: l’esame orale è, per quanto breve e formale, l’incontro tra persone che si ascoltano a vicenda)   …e godervi finalmente la meritata vacanza.

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
04/07/2010 - Un consiglio anche ai professori (Francesco Giuseppe Pianori)

Saggi i consigli agli studenti di Laura Cioni. Mi permetto di aggiungerne uno ai professori coinvolti. Considerate che i ragazzi non sono colleghi e che non è bene pretendere da loro conoscenze e capacità critiche pari alle vostre. Nessuno sa tutto, voi stessi compresi.

 
26/06/2010 - utili consigli (nicola itri)

Grazie alla prof.ssa Laura Cioni per questi utili consigli in vista del colloquio orale dell'esame di Maturità! Essi mi sembrano improntati a far sì che il candidato riesca a ricavare il più possibile dal colloquio orale, di cui vanno rispettate per così dire le caratteristiche formali nonché gli adempimenti sostanziali, il meglio per sé e il riconoscimento da parte della commissione della sua preparazione.