BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA’ 2010/ Prima prova: analisi del testo o saggio breve, ecco come uscirne “vivi”

Pubblicazione:

Studiare serve sempre, preoccuparsi no. A parole...  Studiare serve sempre, preoccuparsi no. A parole...

Analisi del testo, saggio breve, articolo di giornale... Sembra roba da esperti, perlomeno da laureati, non certo alla portata di un qualsiasi studente di scuola superiore. Non lasciamoci però ingannare dal suono di queste parole, non buttiamoci a capofitto, a priori, sulla tipologia D (tema di ordine generale), solo apparentemente più abbordabile, in realtà piena di rischi, e ci vorrebbe un altro articolo per spiegarlo.

 

Intanto per tutto il triennio, sicuramente in tutto questo anno scolastico, di prove ne sono state fatte tante, sappiamo bene di cosa si tratta, per che verso bisogna prenderle, insomma, queste tipologie di prima prova alla maturità. E poi certo bisognerebbe avere la fortuna di incappare in un qualche autore noto, sarebbe forse troppo sperare di aver già visto anche il testo... ma non si sa mai (vedi la traccia facile facile su Svevo dello scorso anno).

 

Qualora dunque alla maturità si verificasse questa favorevole condizione, perché non scrivere di letteratura? Non si tratta di dimostrare competenze da filologo, o l’acquisizione di una tecnica di analisi o alte capacità dialettiche; in realtà la struttura di queste prove nasconde un rischio di questo tipo e molto conta come si è imparato ad accostarsi alla letteratura. Certo è che le prove più riuscite sono sempre quelle in cui ha prevalso l’intelligenza e la creatività. La letteratura è il dialogo con una, mille voci che interpellano la nostra mente e il nostro cuore. Per questo tutti gli studenti, alla maturità, possono scrivere di letteratura lasciandosi interrogare dai testi proposti. Inoltre, date queste condizioni, è molto più facile svolgere un’analisi testuale o un saggio breve, dove si hanno sotto gli occhi un sacco di informazioni, di spunti, un percorso segnato da ricreare alla luce di una personale interpretazione, piuttosto che un tema di attualità trattato con luoghi comuni e genericità dato che non si possiedono valide informazioni e forti convinzioni a proposito.

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo sull’esame di maturità 2010, consigli utili per la prima prova scritta

 

 

 



  PAG. SUCC. >