BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Politica, il compromesso è meglio: Maddalena alle prese con Einaudi e Giolitti

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Il sussidiario pubblica una selezione di “tesine” presentate da alcuni studenti all’esame di maturità. La tesina, disponibile con link a lato testo, è introdotta da un breve articolo, in forma di lettera al direttore, in cui l'autore spiega il progetto, la storia, le motivazioni del suo lavoro. Gli studenti che volessero inviare la propria tesina possono farlo scrivendo a redazione@ilsussidiario.net

 

Caro direttore,

 

il lavoro della mia tesina nasce a metà anno scolastico, quando sorseggiando un caffè al bar con le mie amiche e Giorgio Vittadini, egli ci sfida all’anno che stiamo affrontando e, raccontandoci la sua maturità con un entusiasmo mai visto, ci parla di Giolitti definendolo il genio della politica italiana.

 

Al sentire quelle parole ho un balzo, poiché avevo appena studiato l’età giolittiana e il mio giudizio sul politico italiano era del tutto diverso da quello sentito. Paradossalmente, in seguito, ho fatto un lavoro di approfondimento proprio sulla figura di Giolitti scoprendo che realmente Giolitti può essere definito genio della politica italiana.

 

Il mio professore di storia e filosofia mi aiuta nel lavoro dandomi da leggere il saggio Idea di L. Einaudi, attraverso questa lettura approfondisco meglio la politica giolittiana, scoprendo cos’ è il compromesso e perché in esso consiste la miglior forma di governo. Ho sempre pensato che si ha il miglior governo quando al potere sale un uomo affine alla mia tradizione, ai miei ideali, alle mie convinzioni e legifera su tutti, invece non è così.

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo

  



  PAG. SUCC. >