BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA: PERICOLO AMIANTO/ Istituti a rischio, 400mila alunni esposti alla possibilità di tumori

Pubblicazione:

amianto-scuola-r375.jpg

Rientro a scuola per otto milioni di alunni italiani. Finite le vacanze, la prima campanella è squillata per i ragazzi dell'intera Penisola.  Ma non tutte le aule scolastiche sono pronte ad accogliere gli studenti in modo da garantirne salute e sicurezza. Molti istituti sono stati infatti costruiti utilizzando l’amianto, un materiale pericoloso per chi lo respira in quanto può provocare il cancro ai polmoni.

Un dossier riservato del ministero della Pubblica istruzione ha calcolato quante sono le scuole ancora da bonificare, e i risultati sono stati rivelati da un’inchiesta de Il Messaggero: in tutto 2.400 gli edifici scolastici italiani tuttora costruiti in amianto. Sui tetti, nelle palestre, nei muri è stata accertata la presenza di quel materiale molto comune e molto usato negli anni del Boom per la sua resistenza al caldo e al freddo. Ma le cui polveri provocano tumori alla pleura e carcinomi polmonari.


400MILA ALUNNI A RISCHIO - E oltre cinque scuole su cento in Italia (2.400 su 41.902) contengono parti in amianto. Il che vuole dire che su 8 milioni di alunni della Penisola, ben 400mila corrono il rischio di ammalarsi frequentando quelle aule che, al contrario, dovrebbero garantire loro un futuro. Il dossier del ministero fotografa bene il dramma dell’amianto soprattutto quando fornisce i dati sugli anni di costruzione degli edifici scolastici. Il 44 per cento delle scuole oggi aperte e funzionanti in Italia, infatti, sono state costruite fra il 1961 e il 1980, quasi una su due. Negli anni cui l’amianto era considerato sinonimo di progresso e di modernità, anche se già alcuni medici e scienziati lanciavano i primi allarmi sui rischi per la salute.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULL’AMIANTO NELLE SCUOLE



  PAG. SUCC. >