BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA: PERICOLO AMIANTO/ Istituti a rischio, 400mila alunni esposti alla possibilità di tumori

Pubblicazione:

amianto-scuola-r375.jpg



ALLA FINE I SOLDI CI SONO -
«Messa in sicurezza», quindi, anche dall’amianto, con la completa rimozione delle strutture pericolose in tutte le 2.400 scuole a rischio. Sembrava fatta, tre mesi dopo arriva la doccia fredda. I 350 milioni di euro sono scomparsi dalla manovra finanziaria appena approvata. Poi il rapporto segreto viene alla luce e il governo fa di nuovo marcia indietro. I soldi sono stati trovati – annuncia il ministro Gelmini -, presto comincerà una seria opera di bonifica dall’amianto nelle scuole italiane. Anzi, i soldi aumentano addirittura a 375 milioni di euro, che probabilmente saranno utilizzabili già da ottobre. Nonostante i tagli in finanziaria per la scuola che continua a lasciare nell’incertezza migliaia di insegnanti precari, per i quali è stato detto chiaramente che non è possibile nessun riassorbimento.


LE PROMESSE DELLA GELMINI - Intervistata da Il Messaggero, il ministro Gelmini spiega che i 375 milioni di euro «li ha sbloccati solo qualche giorno fa il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, destinandoli a "interventi urgenti per l’edilizia scolastica". Si tratta della prima di tre tranche che alla fine dovrebbero garantirci finanziamenti per 800 milioni di euro». E aggiunge la Gelmini: «Saremo noi, come ministero, a dare una certa priorità alla rimozione delle strutture a rischio, a occuparci subito delle 2.400 scuole con presenza di amianto». E sull’Anagrafe dell’edilizia scolastica italiana, attesa da 14 anni e che ancora non c’è, la Gelmini sottolinea: «Posso assicurarle che l’Anagrafe è quasi pronta e che sarà, ovviamente, uno strumento importante anche per avere una fotografia esatta sull’amianto. Anzi, la verità è che l’Anagrafe sugli elementi strutturali degli edifici scolastici sparsi per il Paese è già completa. E manca poco per avere il quadro degli elementi non strutturali. Ma non è materia semplicissima...».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULL’AMIANTO NELLE SCUOLE



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >