BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ A Quito c’è un "Pelca" che potrebbe ispirare l’Italia...

Pubblicazione:

A Quito, Ecuador (immagine d'archivio)  A Quito, Ecuador (immagine d'archivio)

Poi ci sono anche molte mamme rimaste sole, abbandonate dal marito e costrette a vivere con i genitori. Oppure madri occupate nel lavoro durante tutto il giorno, ma che quando rientrano a casa, di sera, anche se per poco tempo, si preoccupano di stare con i loro figli. Gli dedicano tempo e affetto. Tutte madri che vogliono fare con i figli almeno una delle attività che le educatrici del programma prescolare Pelca hanno insegnato.

Sì, perché il Pelca è una vera e propria scuola. Le mamme, ogni 15 giorni, vanno con i lori figli alle “riunioni” con le educatrici, in un centro messo a disposizione dalla parrocchia della zona. Lì incontrano altre mamme con figli - normalmente non piú di 6 o 7 - con le quali trascorrono tutta la mattina. C’è poi anche una comunitá, talmente isolata, che l’educatrice raggiunge con lo zaino in spalla ogni 15 giorni e dopo un viaggio con una camionetta per 20 minuti. Da queste parti, comunque, risulta normale per i nostri genitori camminare almeno mezz’ora per raggiungere le riunioni.

Ogni volta viene proposto un tema formativo che viene approfondito utilizzando dei testi, piccoli libretti, semplici ma molto utili. Si affrontano così tematiche legate alla nutrizione, sviluppo del bambino, creativà e disegno infantile. Tutti argomenti che ruotano attorno alla famiglia, alla casa, così come evidenziano paure o problemi, come per esempio gli incidenti domestici, aiutando le mamme a evitarli. Si parte sempre da esperienze, delle madri e delle educatrici.

Molto spesso queste lezioni in casa diventano lo spazio nel quale le donne si sentono libere di raccontare delle loro difficoltà, anche nei confronti dei mariti, oppure con la vita in generale. Insieme si sostengono e si danno coraggio. Poi c’è l’attività educativa con i bambini, i quali - nel frattempo - hanno giocato liberamente tutti insieme sul tappeto. Ogni mamma possiede un quaderno sul quale nel corso dei 15 giorni sviluppa i semplici compiti che le educatrici le hanno dato per stimolare il bambino nello sviluppo delle sue capacità cognitive. Ed è proprio in quel momento, durante la riunione, che la mamma dimostra con il proprio figlio quanto ha imparato! Infine, una dinamica di gruppo, una canzone o un lavoro manuale, una preghiera e tutti a casa per rivedersi dopo 15 giorni.

In questi anni i rapporti sono cresciuti tra le educatrici con le mamme, così tanto che le madri non perdono occasione per cercarsi e vedersi. Insieme hanno creato una famiglia ancora più grande, partendo da un semplice programma prescolastico. Non solo, già da alcuni anni, il Pelca è stato l’origine a Quito di cinque piccoli asili nelle case delle mamme più disponibili, in modo da permettere ad altre mamme di andare a lavorare; inoltre, è nata anche una scuola materna a tempo pieno per 35 bambini i cui genitori non solo avevano bisogno di andare a lavorare, ma anche necessitavano di un luogo che li prendesse per mano e da cui imparare quella cosa tanto bella e difficile allo stesso tempo che è educare un figlio.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >