BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Binetti: Pd e Pdl si alleano contro le paritarie...

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Si parlava di 8 per mille in un’aula della Camera surriscaldata dalle tensioni, con una maggioranza sempre in bilico tra sopravvivenza e rischio di andar sotto... e non era facile capire esattamente quale fosse la posta in gioco!

Poi, come ormai accade con una regolarità che meriterebbe di far riflettere maggiormente il governo, è esploso l’applauso delle opposizioni: il governo era stato battuto su di un ordine del giorno presentato dal Pd. Solo allora si sono accesi i riflettori sul contenuto specifico di quell’ordine del giorno e anche i più distratti hanno cominciato a chiedersi cosa mai fosse accaduto. Si parlava di scuola. Di scuola pubblica... di una parte dell’8 per mille in quota allo Stato che avrebbe potuto essere devoluto alla scuola.

Tensioni ed irritazione serpeggiavano in ugual misura da un lato e dall’altro, mescolate alla falsa sicumera di chi era convinto che una volta di più da sinistra fosse partito un attentato alla scuola cattolica, per sottrarle risorse ed energie. Non c’è dubbio che tutta la scuola sta attraversando un momento drammatico e le scuole paritarie sono quelle più fortemente penalizzate.

Ma quell’ordine del giorno, con la fragilità che hanno ormai tutti gli ordini del giorno, se da un lato non apporterà nulla di buono alla scuola, né a quella statale né a quella paritaria: entrambe pubbliche!, non rappresenta neppure un attentato alla libertà educativa dei genitori, che trova una delle sue manifestazioni più concrete nella possibilità di scelta della scuola dei figli.

L’allarme delle scuole paritarie è concreto e drammatico e si articola su due affermazioni che meritano la massima attenzione proprio da parte del governo, per l’intrinseca ingiustizia che si sta perpetrando e che indubbiamente ha radici lontane nel tempo, ma vicinissime nelle sue conseguenze immediate. Il principio di libertà con cui la nostra Costituzione riconosce ai genitori la possibilità di scegliere il modello educativo che prefericono per i propri figli è messo in contraddizione con il progressivo impoverimento a cui vanno incontro le famiglie italiane. Senza fondi adeguati la lunga e prestigiosa tradizione delle scuole cattoliche, che nei fatti costituiscono la maggioranza delle scuole paritarie, è destinata a concludersi rapidamente. L’impoverimento delle famiglie italiane, tanto più quando hanno due o più figli, è un fatto ben conosciuto e documentato.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
04/10/2011 - Ma il problema qual è? (Pietro De Nicolao)

Non ho capito quale sia il problema: il Parlamento approva un OdG per permettere di destinare l'8x1000 alle scuole pubbliche (statali+paritarie). Così avranno più soldi tutti quanti. Perché l'on. Binetti è turbata? Già le scuole private prendono dei finanziamenti anticostituzionali dallo Stato, cosa vuole di più?