BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EDUCAZIONE/ Il piccolo San Lee ci spiega perché la menzogna non è un’arte

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

Inevitabilmente la situazione precipita; in realtà lo temevamo fin dall’inizio, ma ciò inaspettatamente rappresenta l’occasione per una nuova partenza. Più faticosa, certo, ma più sincera. E così, quell’amicizia che sembra promettere di più, potrà forse poggiare su basi finalmente solide.

La storia raccontata in prima persona da San non passa inosservata nel panorama editoriale per ragazzi. Lo scenario famigliare è quello cui, nostro malgrado, ci stiamo abituando: situazioni distrutte, ricostruite, allargate. D’altro canto la narrativa raccoglie ciò che trova sulla strada e restituisce, a volte amplificata, la realtà di tutti i giorni. Non si tratta mai di negare, semmai di giudicare.

Qui però abbiamo almeno un ragazzino in difficoltà pieno di risorse e di desideri che si ostina a non mollare. Come spesso i ragazzi fanno, sebbene a volte noi non lo riconosciamo. E gli adulti non sono mai presentati come nemici; talora faticano a capire, hanno le loro difficoltà, ma conservano l’occasione di essere punto di riferimento per i minori. Luogo di confronto e di accoglienza, facilitatore di riflessioni e giudizi.

Il finale, positivo e di rilancio, non è né ingenuo né facile. E nemmeno scontato oggi, dove spesso il cinismo viene scambiato per realismo. Ha piuttosto il sapore di un giudizio che non ha reso vana l’esperienza fatta, errori compresi.

Impara l’arte e mettila da parte, suonava un vecchio proverbio. San, come dice il titolo, un’arte l’ha imparata, forse anche precocemente da suo padre, ma il suo metterla da parte non appare tanto come un rinnegamento o uno sconfessamento, quanto il passaggio a un altro ordine di idee. Più vantaggioso e benefico. Mai aver paura della realtà, è pur sempre da essa che si riparte, potremmo concludere.

Sono certo che me la caverò, dichiara San nel finale. Anche noi ne siamo certi e facciamo il tifo per lui, come per tutti i bambini ai quali le menzogne appaiono come soluzioni praticabili.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.