BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Tfa, Scrima (Cisl) risponde al Sussidiario: abbiamo difeso tutti

Pubblicazione:

Francesco Scrima, Cisl Scuola, con Raffaele Bonanni (Imagoeconomica)  Francesco Scrima, Cisl Scuola, con Raffaele Bonanni (Imagoeconomica)

La Cisl Scuola non ha mai disconosciuto le prerogative del Legislatore, espressamente richiamate anche nella “memoria” che Foschi cita in riferimento all’audizione sul disegno di legge Napoli-Santulli. Memoria nella quale, per la verità, non ci risulta di aver rivendicato alcun “potere di ingerenza”, né tanto meno di aver suffragato tale rivendicazione con un richiamo alla nostra consistenza associativa. Invitavamo, in quella circostanza, il Governo ad essere coerente con impegni che aveva sottoscritto nel contratto del 2003, avviando un percorso di comune riflessione per individuare meccanismi di carriera professionale per i docenti.

Sulle ragioni per cui il percorso non si è compiuto, è giusto che tutti si interroghino e che ciascuno – quindi anche il sindacato – si assuma la sua parte di responsabilità. Ma anche Foschi converrà che è proprio difficile addebitare al sindacato il blocco dei rinnovi contrattuali che avrebbero rappresentato la sede in cui procedere alla ripresa e alla possibile conclusione di quel percorso.

Né chi ha brandito in questi anni, in modo più o meno sguaiato, la meritocrazia come una clava sembra aver fatto, al riguardo, qualche passo in avanti significativo; una politica con pretese di autosufficienza ha certamente creato più problemi di quanti non ne abbia risolto.

Vogliamo continuare così?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
04/11/2011 - TFA - SINDACATI (MONICA GRAGLIA)

I sindacalisti all'incontro di ieri mattina si sono anche dimenticati dei poveri docenti che dal 2004 lavorano presso le scuole pubbliche statali o paritarie senza abilitazione con anni di servizio alle spalle. Scrivo 2004 perchè l'ultima sessione riservata poneva questo termine per il calcolo dei 360 giorni; e non mi dite c'erano le Siss perchè per molte cl. di concorso (a033 per esempio) la siss non sono mai state attivate (Pimeonte)! Un conto la selezione dei giovani laureati senza esperienza ma per chi vanta i fatidici 360 giorni e più si deve intervenire con l'accesso diretto! Così si verificherà questo: in Piemonte niente Tfa per a033 in altre regioni extra plus...poi gli abilitati dalle altre regioni scavalcheranno il personale locale che da anni lavora e che non avrà per l'ennesima volta avuto la possibilità di abilitarsi. Senza contare le abilitazioni spagnole che continuano a sbocciare... basta fare una ricerca on line.

 
04/11/2011 - la cosa più importante (Marco Campione)

Scrima giustamente puntualizza alcune cose rispoetto all'articolo di Foschi. Si dimentica però di dirci la cosa più importante: com'è andato l'incontro? E soprattutto: quando partiranno i Tfa? (lo dico senza ironia, essendo preoccupato almeno quanto lui per i ritardi del Miur).