BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Formazione docenti, il Regolamento passerà l’esame dei decreti?

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Sul versante della scuola, ed in particolare delle operazioni indispensabili per far partire da subito la fase transitoria del tirocinio formativo attivo (comprensivo delle 475 ore nella scuola), sono essenziali altre azioni che dovranno essere regolamentate, quali: numero dei posti annualmente disponibili per l’accesso al Tfa; attivazione dei percorsi di Tfa da parte degli atenei; stipula delle convenzioni per lo svolgimento delle attività di tirocinio tra le università e le istituzioni scolastiche   del sistema nazionale dell’istruzione, sino alla predisposizione degli elenchi di cui all’articolo 12 del testo appena registrato; predisposizione da parte del Miur della prova preliminare (test nazionale) e indicazione della data di svolgimento della prova; predisposizione delle prove successive da parte degli atenei. 

Si può facilmente intuire che questa decretazione ulteriore rispetto al Regolamento, che richiede di certo tempi non brevi, non è meno importante del testo base perché definisce nel concreto le condizioni e gli spazi imprescindibili per avere docenti che nella scuola superiore sappiano assumersi mediante ciò che insegnano una vera responsabilità educativa, non perché eruditi in pedagogia o psicologia, ma perché a loro volta mossi da maestri.
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.