BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Quei Colloqui che risvegliano la passione di Enrico ed Eleonora

Pubblicazione:

Si è conclusa sabato 26 febbraio la X edizione dei Colloqui Fiorentini  Si è conclusa sabato 26 febbraio la X edizione dei Colloqui Fiorentini

Sabato 26 si sono conclusi i Colloqui Fiorentini. Pubblichiamo la lettera che la madre di uno studente ha scritto alla preside della scuola frequentata dal figlio, e quella di una studentessa ai professori che hanno organizzato l’evento.

 

Gent.ma preside,

 

i figli li mettiamo al mondo, ne abbiamo la responsabilità, ma non sono “nostri”. Noi genitori li accompagniamo, li osserviamo, li sosteniamo, indichiamo loro le strade che possono o non devono prendere. A loro la decisione, a loro la libertà di scegliere. Se accompagnati però, per loro sarà più semplice.

Mio figlio Enrico ha 18 anni, fa la quinta liceo scientifico e “vanta” un passato di non grande interesse per le materie letterarie. So bene che non è necessario che io le dica tutto ciò. In ogni caso, Enrico in questi due ultimi anni di liceo si è appassionato profondamente alla letteratura, alla filosofia ed alla storia. Credo, alla ricerca di risposte.

 

Nonostante l’impegnativo anno scolastico che ha come ultimo scoglio la maturità, ha deciso di partecipare ai Colloqui Fiorentini preparando una tesina su Manzoni, e accettando di  andare a Firenze per tre giorni di lavoro sulle opere di questo autore. Quando ha voluto liberamente aderire a questa iniziativa suggerita dalla sua prof. di italiano, io non gli ho chiesto il perché. Ma nei mesi precedenti all’evento ho osservato attentamente il comportamento suo e dei suoi compagni di squadra: sabati, domeniche, ore di extra studio e ricerche per elaborare la loro tesina affrontando, nel contempo, interrogazioni e compiti quotidiani per la scuola che continuava la mattina.

 

Perché questa scelta? Perché questo lavoro extra e senza alcun lamento da parte di Enrico e dei suoi compagni? Desideravo capire e sentivo l’importanza di essere presente, almeno un giorno, a questo loro appuntamento. E così ho segnato la mia agenda: sabato 26 febbraio sarei andata a Firenze. 

 

Il 24, 25 e 26 febbraio, a Firenze, 1600 ragazzi provenienti da scuole di tutta Italia hanno raccontato  i propri lavori, mostrato le proprie opere, artistiche e letterarie, ed i loro pensieri su Manzoni. Per tre giorni, 1.600 ragazzi hanno dialogato tra loro, discusso, ascoltato, sofferto, su temi quali la Giustizia, il Perdono, la Provvidenza, la Misericordia, la Verità. La verità oggettiva e la verità personale di ognuno; si sono confrontati con la semplicità ed il perdono di Renzo, i silenzi di Lucia, la cristianità di fra Cristoforo, la complessità di un personaggio come l’Innominato.



  PAG. SUCC. >