BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Dov’è finito quel "debito d’amore" che i prof di lettere hanno perduto?

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Un esempio di cosa sia e come si attivi questa corrispondenza ci viene offerto da un celebre racconto di Anton Cechov, Lo studente. Il giovane Ivan si avvicina a due donne, madre e figlia, che si scaldano al fuoco nel rigido inverno russo. “Fu proprio in una notte fredda come questa che l’apostolo Pietro si scaldò al fuoco”, dice; e comincia a narrare i fatti che accaddero nei giorni cruciali della passione di Cristo. Il racconto del giovane suscita il pianto della madre e il turbamento della figlia. Lo studente si allontana, e pensa.

 

“Se la vecchia si era messa a piangere, non era perché il suo racconto fosse stato commovente, ma perché Pietro le era affine, e perché lei con tutto il suo essere partecipava a ciò che era accaduto nell’animo di Pietro. E la gioia si agitò all’improvviso nella sua anima con tanta intensità che dovette perfino fermarsi un minuto a riprendere fiato, ‘Il passato - pensava - è  legato al presente da una catena ininterrotta di avvenimenti che scaturiscono l’uno dall’altro’. E gli pareva di aver scorto, poco prima, i due capi di quella catena: non appena aveva toccato uno dei due estremi, l’altro aveva vibrato.

E mentre attraversava il fiume sulla chiatta, e poi mentre saliva la collina, guardando verso il villaggio natio e verso occidente, dove il tramonto freddo e purpureo brillava in una stretta fascia, pensava che la stessa verità e la stessa bellezza che guidavano la vita degli uomini nell’orto degli ulivi e nel cortile del sommo sacerdote erano continuate senza interruzione fino a quel giorno, e sicuramente avevano sempre costituito la parte essenziale della vita degli uomini e in generale della terra quaggiù; e un sentimento di giovinezza, di salute e di forza - aveva solo ventidue anni - e l’attesa inesprimibilmente dolce di una felicità sconosciuta, misteriosa, si impadronirono a poco a poco di lui, e la vita gli sembrò meravigliosa, magnifica e piena di un alto significato”.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.