BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAMI DI STATO 2011/ Maturità, Traccia ufficiale Tipologia B (tecnico-scientifico): Enrico Fermi, fisico

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

ESAMI DI STATO 2011 TRACCIA ENRICO FERMI - La traccia ufficiale di tipologia B dell'ambito tecnico-scientifico è stata dedicata al fisico Enrico Fermi. Il motivo per cui il fisico premio Nobel è stato prescelto come soggetto da trattare sta in un argomento assai dibattuto oggigiorno, e cioè quello delle energie rinnovabili. Enrico Fermi è tutt'oggi figura di rilevanza estrema nel campo della ricerca scientifica grazie alle sue ricerche sui neutroni e le interazioni deboli. Per affrontare l'argomento il ministero ha suggerito di affrontare il discorso tenuto dallo stesso fermi nel 1947 aggiungendo per approfondimento il testo di una lettera scritto dallo stesso scienziato. Ecco a seguire il testo ufficiale della prova.


ARGOMENTO: Enrico Fermi, fisico.
«Due dati ci permettono di valutare l’importanza del campo di ricerca aperto da Enrico Fermi con il suo lavoro. Il primo riguarda i premi Nobel, una misura rozza ma efficace dell’importanza di un determinato settore della ricerca scientifica e dei progressi in esso conseguiti: più di dieci Nobel per la fisica sono stati attribuiti a scoperte relative alle interazioni deboli. Se Fermi non avesse ottenuto il Nobel per le sue ricerche sui neutroni ne avrebbe ben meritato uno per la scoperta delle interazioni deboli. Una seconda valutazione dell’importanza della scoperta di Enrico Fermi si può dedurre dal fatto che oltre la metà degli esperimenti attualmente in corso o in preparazione con acceleratori di particelle — al CERN di Ginevra, al Fermilab di Chicago, a Stanford come a Frascati come a Tsukuba in Giappone o a Novosibirsk in Russia — sono dedicati a studiare vari aspetti delle interazioni deboli. La stessa prevalenza degli studi sulle interazioni deboli si riscontra nei programmi sperimentali dei grandi laboratori sotterranei, come quello italiano del Gran Sasso, quello giapponese di Kamioka, ed altri ancora nel Canada e negli Stati Uniti. La teoria di Fermi delle interazioni deboli è ormai confluita nella più generale teoria delle particelle elementari che va sotto il nome di “Modello Standard”. [...] È però importante ricordare che la teoria di Fermi mantiene ancora oggi il suo valore, sia per la validità delle soluzioni proposte sia come stimolo per una serie di ricerche che hanno impegnato i fisici per quasi settant’anni, e che ancora li impegneranno nei decenni a venire. In questa teoria si riflette la grandezza di Fermi, la firma di un grande maestro.»
Nicola CABIBBO, Le interazioni deboli, in Carlo BERNARDINI - Luisa BONOLIS (a cura di), Conoscere Fermi nel centenario della nascita 29 settembre 1901 - 2001, Editrice Compositori, Bologna 2001





  PAG. SUCC. >