BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAMI DI STATO 2011/ Maturità, ITC: tema di informatica e applicazioni gestionali, le soluzioni alle tracce ufficiali

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Studenti durante l'esame (Ansa)  Studenti durante l'esame (Ansa)

Esami di stato, Maturità 2011: istituto tecnico commerciale, soluzione alla prova di informatica e applicazioni gestionali - Pubblichiamo di seguito la soluzione del tema di informatica generale e applicazioni gestionali dell'Istituto tecnico commerciale a indirizzo programmatori. La prova è svolta da Maura Zini, Istituto IIS “G. Luosi”, Mirandola, Modena.

 

II PROVA SCRITTA – INFORMATICA  PROGETTO MERCURIO

 

Parte teorica

IL WEB 2.0

Il web 2.0 sta comportando una serie di cambiamenti nella vita dell’uomo tali da essere paragonati, da molti studiosi in tutto il mondo, alla stregua di quelli conseguenti alla invenzione della scrittura.

Occorre inizialmente definire cosa si intende per Web 2.0 e cosa lo contraddistingue dal web di prima generazione. Per Web 2.0 si  tende a indicare  l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione tra il sito e l'utente e cioè qui software interattivi che coinvolgono direttamente l’utente e lo rendono protagonista e parte attiva del web. (Youtube, Facebook, Myspace, Wikipedia ecc..). Ciò che differenzia il web 2.0 dal web di prima generazione è  quindi l’insieme di ambienti  in cui non  solo si ricevono informazioni create da altri, ma si può anche diventare creatori  di contenuti. Il passaggio dalla prima alla seconda generazione di web è testimoniato in sintesi dalla nascita dei Wiki,dei social network, delle reti sociali, dei blog, e dalla possibilità di crearsi il proprio spazio web da gestire in maniera autonoma, sfruttando media diversificati.

Se gli studiosi parlano di rivoluzione conseguente all’era del web 2.0 è perché sono molteplici e significative  le implicazioni che  questo fenomeno ha comportato e a diversi livelli: a livello sociale, a livello percettivo, a livello economico e culturale.

Dal punto di vista sociale sono evidenti le implicazioni di tipo relazionale e comunicativo, di tipo linguistico ed espressivo. Il Web ha cambiato il concetto di distanza (le ha annullate di fatto), di spazio (anche queste annullate) e di tempo (il tutto avviene ad una velocità sempre maggiore). Il  mondo adolescenziale dei digital native (coloro cioè nati dopo l’avvento del web) sta cambiando non solo il nostro modo di esprimerci ma anche il funzionamento  stesso della mente e dei nostri comportamenti. Il mutamento è una  conseguenza all’utilizzo dei media digitali ed in particolare di software appartenenti alle categorìe dei Social Network e dei videogiochi in cui la risposta immediata «yes or not», ad uno stimolo visivo, non lascia spazio al dubbio, che è invece la forza stessa del procedere scientifico e che immette, oltre alla dimensione del dubbio anche la dimensione del tempo che passa, poiché la ricerca è progressione, dunque proiezione nel futuro. E’ in corso un cambiamento percettivo sensoriale significativo fra i giovani, con conseguenze importanti. In particolare pare  aumenti la capacità visiva ed uditiva a scapito del tatto, dell’olfatto e del gusto. Venendo impoverite la memoria verbale, quella numerica e quella del racconto sequenziale, potrebbe essere compromesso l’uso della parola ma, poiché il linguaggio è alla base del nostro pensiero, potrebbe diventare impossibile formulare un pensiero articolato o comprendere un problema matematico, proprio perché lo stesso uso della parola potrebbe lentamente essere perduto o ridotto a suono.



  PAG. SUCC. >