BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAMI DI STATO 2011/ Maturità, lunedì il quizzone, la terza prova

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa


ESAMI DI STATO 2011 LA TERZA PROVA - Questa terza prova poi non ha un tempo di conclusione fissato, cioè una durata prestabilita come le altre due prime prove che potevano durare da un minimo di tre ore a un massimo di sei ore.  Il tempo varia in base alle scelte fatte dai commissario riguardo al tipo di domande e alla loro complessità.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/06/2011 - no, il quizzone no! (Sergio Palazzi)

Non so chi sia stato a introdurre il termine "quizzone" per indicare la terza prova. Era già stato usato da qualche giornalista e/o sindacalista per denominare le proposte, poi fallite, di introdurre esami selettivi per gli avanzamenti di carriera; poi si è travasato agli esami di stato. La terza prova non è un quizzone e nemmeno un quizzino. Se ci sono commissioni che la interpretano in modo corretto, secondo la normativa, può essere una cosa molto bella e molto seria (ho incontrato molti colleghi che apertamente dichiarano di non conoscere la normativa e semplicemente dicono che a loro "piace la tipologia A o quella B" senza sapere nè cosa siano queste nè quali siano le alternative, cfr un articolo di Claudio Cereda dello scorso anno). Se no è una presa in giro, in primis degli studenti: non una "prova interdisciplinare" ma una "interrogazione scritta pluridisciplinare". Che andrebbe tassativamente corretta in modo collegiale, mentre la tendenza è quella di stampare tanti fogli quante sono le materie e ognuno fa la sua parte da solo... se non c'è in giro un presidente pignolo, intendo. Ma non chiamiamolo più quizzone! Ieri alla radio uno studente, intervistato, ha detto "se trovo un giornalista che lo chiama quizzone gli passo sopra con la macchina": il che può essere un po' violento, ma quando ce vo' ce vo'... benedetti ragazzi, sono esuberanti.