BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LAUREA/ La proposta di Sirchia: Aboliamo il valore legale del titolo di studio

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

CONFINDUSTRIA E SINDACATO - Di fronte alla commissione Istruzione del Senato, Confindustria ha invece sottolineato che «il valore legale dovrebbe essere sostituito da un meccanismo di accreditamento capace di garantire i contenuti dei titoli, imperniato su una o più agenzie indipendenti che verifichino i cosiddetti requisiti minimi dei corsi di studio». Il 7 giugno infine l’Unione Sindacale di Pubblico Impiego, nel corso dell’audizione al Senato, ha manifestato la sua contrarietà all'abolizione del valore legale della laurea. Come scrive l’Agenzia Parlamentare, secondo Usb Pi. la proposta mina le fondamenta del diritto alla formazione pubblica, libera, qualificata e certificata per tutti.

 

LAUREA E COSTITUZIONE - Cancellare il valore legale della laurea per il sindacato contrasterebbe con il principio sancito dalla Costituzione delle pari opportunità, accelerando lo smantellamento dello Stato sociale e penalizzando gli strati meno ricchi della società. In questo modo si modificherebbero inoltre i criteri di accesso alla pubblica amministrazione, creando discriminazioni nel reclutamento. In questo modo si andrebbe inoltre a limitare la libera circolazione dei lavoratori in ambito internazionale, impedendo ai laureati italiani la certificazione delle loro competenze e dunque la partecipazione a concorsi europei.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.