BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Finita la maturità i ragazzi sono pronti per la vita?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

All’inizio degli anni 70 padre Josef Zverina scriveva una memorabile Lettera ai cristiani d’Occidente (Ilsussidiario farebbe buona cosa a ripubblicarla, magari con una presentazione di questo straordinario sacerdote cecoslovacco) in cui faceva suo il monito di San Paolo ai Romani: “E non vogliate conformarvi a questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente, affinché possiate distinguere qual è la volontà di Dio, ciò che è bene, ciò che gli è gradito, ciò che è perfetto”.
Mè suskèmatìzesthe. Non assumere gli schemi del potere che nelle sue molteplici metamorfosi riduce il respiro della realtà: così la scuola è tempo.
Un collega mi passa timidamente un biglietto che i suoi alunni gli hanno indirizzato prima dell’inizio degli esami: “Diventare adulti significa amare la vita, desiderare con passione ogni suo dettaglio. È questa la dinamica della conoscenza e il maestro è colui che ci introduce in questo rapporto d’amore”.
Mi pare un buon programma di lavoro.




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
14/07/2011 - L'autenticità del corpo docente (enrico maranzana)

“Diventare adulti significa amare la vita, desiderare con passione ogni suo dettaglio. È questa la dinamica della conoscenza e il maestro è colui che ci introduce in questo rapporto d’amore”. “Mi pare un buon programma di lavoro” che non si risolve in un rapporto a due ma in un rapporto collettivo che impegna tutti i docenti che interagiscono con il giovane. L’amore, per i professionisti della scuola, non è un sentimento ma un modo di essere, una testimonianza.