BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Ecco cosa accade quando una moto sale in cattedra

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Un momento della Ducati Summer School  Un momento della Ducati Summer School

Cosa rimane dopo la Summer School? Si capisce da alcune mail spedite dagli studenti dopo il ritorno a casa.

Innanzitutto una ragazza: Francesca Basso. “Devo dire che sono stata davvero entusiasta di questa esperienza, che ha superato di gran lunga le mie aspettative. Infatti, se speravo di venire a conoscere la fisica attraverso le sue applicazioni pratiche, anche sulla motocicletta, non avrei mai neanche lontanamente immaginato di dovermi mettere alla prova nell'attività di sperimentazione in team, né di approfondire in laboratorio i concetti di quantità di moto e di momento angolare che a scuola sono stati trattati superficialmente e solo in teoria. Ho trovato molto interessante questo approccio sperimentale alla Fisica, per me del tutto nuovo. Anche per questo, credo, ho apprezzato moltissimo l'intervento del prof. Fuchs e la presentazione della modellizzazione e del software Stella. Se a scuola la fisica ci viene insegnata come una serie di formule e di tipologie di problemi da imparare a memoria, alla Summer School questa disciplina è stata trattata in maniera, credo, comprensibile a tutti. Non solo, ma l’attività sperimentale, costringendomi a mettermi in gioco, mi ha fatto capire come la fisica non sia solo un’elucubrazione teorica, ma ci aiuti a capire meglio la realtà che ci sta intorno. Ne è emerso quindi, a mio parere, un enorme distacco tra la scuola, che tende sempre più a ridurre il sapere a schemi rigidi da memorizzare, e la realtà, che ci richiede di usare la testa, di applicarci, di fare esperimenti e metterci in gioco per conoscerla, pur non arrivando sempre a risultati certi. Sono stata molto contenta dei seminari e delle lezioni cui ho assistito, non solo di quelli concernenti la fisica, ma anche di quelli più tecnici sul motore e sulla motocicletta, di cui sinceramente non mi ero mai interessata e che mi hanno alquanto incuriosita”.

Luca Del Greco. “Sono partito da casa con una domanda ‘Cosa ci sto a fare su questo mondo? Qual è il mio ruolo? In che modo posso servire al meglio il mondo con i miei talenti? Quali sono i talenti che Dio mi ha dato?’, inizialmente non pensavo che un’iniziativa come una Summer School (organizzata da un’azienda come la Ducati) potesse rispondere alle mie domande, ero convinto che ci volesse dietro un lavoro ben più difficile, ma alla fine di questa esperienza sono tornato a casa con delle certezze su di me, mi ero messo in gioco con tutto me stesso ed avevo capito un sacco di cose, non solo della fisica (che a quel punto passava in secondo piano) ma di me stesso (di cosa il Signore volesse fare della mia vita, dell’opportunità che mi aveva dato per scoprirlo).Tornando a casa ripensavo ad alcune persone del gruppo organizzatore della Summer School, a come avevano affrontato la Summer School e pensavo ‘Questi sono proprio dei grandi! Sarebbe stupendo lavorare così!’”.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
23/07/2011 - Astrarre (enrico maranzana)

L’esperienza descritta ha natura interdisciplinare e, come tale, deve essere collocata all’interno di un quadro teorico. J. Piaget [OCDE 1972 - L'interdisciplinarite' - problèmes d'enseignement ed de recherche dans les universités] ha riconosciuto tre livelli di intervento: quanto è stato presentato è il più visibile, ha natura multidisciplinare; può essere praticato quando le conoscenze necessarie per praticare l’attività sono state acquisite. L’area di progetto, che il ministero prevede per gli ultimi anni di alcuni itinerari, batte questa pista. La questione di fondo è: cosa deve avvenire nelle aule scolastiche negli anni precedenti? Come coordinare i diversi insegnamenti? L’interdisciplinarità, intesa sia come pratica di strumenti concettuali (il definire, il classificare, il modellare, il controllare ..), sia come promozione delle qualità dei giovani (capacità), è una risposta.