BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Cari genitori, i gesti inconsulti di vostro figlio possono "costarvi" caro...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: Ansa  Foto: Ansa

Ha destato qualche perplessità, unita a velata ironia, la conseguenza legale e la pena pecuniaria di un episodio spiacevole, ma - almeno apparentemente - senza danni, avvenuto in un istituto tecnico superiore dell’hinterland milanese. Al genitore di un ragazzo minorenne è stato chiesto di risarcire il danno nei confronti della professoressa di educazione fisica, che aveva ricevuto una scarpa da ginnastica alla gola, senza peraltro subire gravi danni, quelli evidenti all’esterno, s’intende.

Il fatto e la dinamica chiariscono il giudizio del provvedimento preso. Il ragazzo - infatti - aveva sfilato la calzatura ad una compagna. L’innocua “arma impropria” era stata lanciata senza un obiettivo preciso, almeno così ha addotto lo studente. Del resto ci siamo abituati a vedere simili gesti anche durante le conferenze stampa di “illustri” personaggi della politica internazionale. Colpa in educando, la sentenza del Tribunale di Milano: il genitore paghi la somma di 30mila euro al professore. Pecunia non olet... sed docet, aggiungo ai molti che considerano l’accaduto una banale ragazzata degna del perdono da parte dell’insegnante, che magari non era riuscita a gestire in tempo l’allegra brigata.

Di conseguenza la sentenza parrebbe inadeguata. Tuttavia, ai molti che considerano esagerata la pena inflitta, visto che sul collo della docente non appariva nemmeno un’ecchimosi e il ragazzotto era davvero sprovveduto, confermo che spetta primariamente ai genitori il dovere di spiegare ai propri figli le conseguenze di alcuni gesti ritenuti banali. Gli stessi, infatti, potrebbero anche sortire effetti pericolosi o nefasti. Immagino che i legali abbiano valutato il caso con la dovuta attenzione, unitamente agli aspetti, non secondari, della salute psicofisica.



  PAG. SUCC. >