BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ L'appello del CLDS: l'Italia è un paese per vecchi?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini (Ansa)  Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini (Ansa)

Al momento hanno già firmato l'appello numerose personalità del mondo della cultura. Tra gli altri, Eugenio Borgna (primario di psichiatria  dell'ospedale di Novara), Angelo Bianchi (preside della facoltà di lettere dell'Università Cattolica del Sacro Cuore), Davide Bassi (rettore dell'università di Trento), Alessandro D'Avenia (insegnante e scrittore), Eugenio Corti (scrittore), Franco Branciaroli (attore e regista), Luigi Lacchè (rettore dell'Università di Macerata), Domenico Laforgia (rettore dell'università di Salerno).

 

www.appellogiovani.it

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
08/09/2011 - IL PASSO INDIETRO DEL MINISTRO (Angelo Lucio Rossi)

Non possiamo permettere l'approvazione di un decreto che impedisce alla scuola di parlare al futuro attraverso un nuovo centralismo democratico. Il decreto è frutto di una cultura illiberale e statalista. Non riusciamo a spostarci dalla logica dei diritti acquisiti dai numerosi precari. Mobilitiamo la scuola reale per non marginalizzare le giovani generazioni dall'insegnamento. La pazienza della scuola militante è finita rispetto all'immobilismo, ai tagli e alle decisioni impopolari. La scuola non è fatta per la demagogia.