BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Magni (Clds): Caro ministro, non faccia del Tfa la beffa "tecnica" che molti attendono

Pubblicazione:

Foto: Fotolia  Foto: Fotolia

Perché sia effettivamente aperto anche ai giovani dovrà essere rivolto a tutti coloro che frequenteranno il Tfa, dopo aver superato la relativa prova di ingresso. Quindi occorre che il Tfa parta prima possibile.

Si spieghi meglio su questo punto.

Se non parte il Tfa entro le prossime settimane, in autunno non ci saranno né nuovi abilitati né giovani in via di abilitazione, e il concorso sarà perciò rivolto di fatto ai soli precari in graduatoria, in barba a tutte le belle parole sui “giovani” che a turno e puntualmente vengono pronunciate dai politici. È questo che si vuole? Sarebbe l’ennesima beffa che la nostra generazione proprio non si merita. Ripeto: occorre fare presto in modo da far svolgere i test di ammissione ai Tfa nel corso di questa primavera.

In conclusione cosa chiede al ministro Profumo?

Che dia seguito alle sue lodevoli dichiarazioni d’intenti, emani nei prossimi giorni il provvedimento sul Tfa, facendo immediatamente partire i test di ammissione ai tirocini. In questo modo potrà tener fede alla sua volontà di svecchiare la scuola e alla preoccupazione per le legittime aspirazioni dei giovani. E allo stesso tempo dimostrerebbe di voler governare e superare certe inspiegabili “paludi ministeriali” dove i provvedimenti si affossano e comincia una “melina” interminabile, senza, all’apparenza, alcuna motivazione effettiva. Anche questo sarebbe un bel passo in avanti... Noi giovani siamo pronti. Aspettiamo soltanto un segnale concreto. Ministro – mi permetto di dire – non ci deluda!



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.