BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA IN CHIARO/ L’esperto: senza la valutazione dei prof è solo un’anagrafica

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (Imagoeconomica)  Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (Imagoeconomica)

Ci sarebbero, inoltre, una serie di svantaggi: «Si tratta di meccanismi che nel mercato libero dell’istruzione tipica del mondo anglosassone hanno una loro ratio. Riportati al nostro sistema scolastico sarebbero da porre in relazione con tutto ciò che nel bene e nel male caratterizzano la nostra tradizione scolastica. Se per esempio una scuola risultasse, dall’anagrafe informatica, di indiscussa qualità, sarebbe, al contempo, necessario impedire che l’accesso a tale scuola venisse precluso ad alcuno».  

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/01/2012 - nessuna riforma senza cambiare i docenti (ersilia conte)

La qualità di una scuola sta proprio nei suoi docenti. Tutte le riforme di questi anni, mai hanno seriamente messo mano alla rivalutazione della funzione docente. Il timido tentativo del ministro Berlinguer con il concorsone... è tragicamente fallito. Le proposte della riforma Moratti di introdurre sistemi di valutazione, mai messi in atto. Il problema non è solo trovare un giusto modo di reclutare i docenti e di valutarli nel loro operato, ma che a questa valutazione faccia seguito una valorizzazione vera... anche il ciclo della performance introdotta dal ministro Brunetta, come verrà messo in atto nella scuola?? sono tutte domande aperte. Chi nella scuola ci vive vede che ogni giorno è uguale all'altro e mai nulla cambia. I docenti che si spendono e lavorano con energia e dedizione sono trattati allo stesso modo di coloro che in classe fanno il minimo e a volte neppure quello, purtroppo le motivazioni nel tempo tendono a diminuire e l'entusiasmo dell'inizio viene sostituito dalla stanchezza e lo scoramento dell'età matura. Una riflessione sulla funzione docente va proprio fatta in toto.

 
03/01/2012 - La zavorra statalista (pino mulone)

Mi sembra che cominci a farsi strada la consapevolezza che qualsiasi tentativo di ripensare la scuola si scontri col permanere del valore legale del titolo di studio. Propongo una mini riforma a costo zero: 1) abolizione del valore legale del titolo di studio, 2) elezione del dirigente scolastico da parte di chi nella scuola ci lavora e usufruisce del servizio, 3) liberalizzazione dell'apprendistato.